italcredi
hertz banner sottotestata
italcredi
unieuro

Se ne va la Politecnica, archivi e pratiche di sanatoria passano ai dipendenti del Comune: "Incassati 18 milioni di euro"

Attualità
Strumenti
Carattere

Gela. Entrati negli uffici del municipio quando sindaco era Angelo Fasulo

e direttore generale l’ingegnere Renato Mauro, lasciano Palazzo di Città dopo due anni dall’insediamento del primo cittadino Domenico Messinese.


Il passaggio di consegne. E’ avvenuto nelle scorse ore il passaggio di consegne dai responsabili della Politecnica, azienda che per oltre cinque anni, proroghe comprese, ha gestito le pratiche di sanatoria edilizia, ai tecnici interni del Comune che, adesso, dovranno continuare a garantire il servizio. Un primo sopralluogo è stato effettuato dal dirigente Orazio Marino insieme all’ingegnere Giovanni Romiti, tra i responsabili di Politecnica. Sono stati controllati gli archivi cartacei e telematici che nel corso degli anni hanno incasellato migliaia di pratiche. Politecnica lascia il municipio dopo aver incassato ben oltre tre milioni di euro e con circa undicimila pratiche istruite. In totale, sono oltre cinquemila le concessioni rilasciate dopo il vaglio dei tecnici della società. “Un numero superiore – si legge in una nota ufficiale del gruppo – rispetto a quello dei ventiquattro anni precedenti”. Dopo la gestione Politecnica, nelle casse del municipio sono arrivati circa diciotto milioni di euro, tra oblazioni, sanzioni e oneri concessori. Di certo, cifre pesanti per equilibri finanziari tanto delicati come quelli dell’ente comunale. “Le residue pratiche non concluse positivamente con la concessione – si legge ancora nella nota rilasciata da Politecnica - riguardano cittadini non paganti e pratiche improcedibili perché carenti della minima documentazione tecnica di legge, per le quali sono state inviate tutte le dovute comunicazioni di sollecito, di sanzioni e gli avvisi di procedimento di diniego”. In base all’intesa raggiunta tra la società e l’amministrazione comunale, i funzionari di Politecnica, almeno per i prossimi tre mesi, continueranno a gestire gli archivi e a verificare, insieme ai dipendenti comunali, la regolarità di tutte le pratiche concluse. Una sorta di affiancamento che consentirà di non bloccare il servizio. In ogni caso, come confermato dall’assessore Francesco Salinitro, serviranno più tecnici che possano continuare il servizio e la giunta non esclude una nuova gara d’appalto per l’individuazione di un’altra azienda esterna.

"

"

ad ceramiche

"

Ultimi Commenti