qdg bingo banner civico
hertz sottotestata nero
italcredi
unieuro

Le insegne "abusive" dei negozi...spunta una moratoria? Morello in commissione: Bennici, "la soluzione si può trovare"

Attualità
Strumenti
Carattere

Gela. I punti vendita delle catene commerciali in franchising sono

in regola, le note dolenti, invece, riguardano tutte le altre attività della città. Le insegne luminose, infatti, non sono a norma e i titolari rischiano di dover pagare fino a 1.500 euro.


Le insegne luminose. La stangata, però, potrebbe essere evitata. I consiglieri comunali della commissione sviluppo economico, da giorni, stanno affrontando la questione. La gran parte delle insegne luminose collocate dai titolari di attività commerciali sono abusive, piazzate in violazione della normativa di riferimento. La conferma è arrivata dall’assessore Fabrizio Morello, sentito in audizione proprio dai componenti della commissione. “L’amministrazione comunale – dice il vicepresidente della commissione Sandra Bennici – sembra intenzionata a seguire la nostra linea. Nessuno vuol far cassa sulle spalle dei commercianti, così dovrebbe partire una fase di informazione, di modo che gli esercenti possano adeguarsi alla normativa, magari con il pagamento di una sanzione minima”. Il presidente Luigi Di Dio, la stessa Sandra Bennici e gli altri consiglieri Anna Comandatore, Salvatore Scerra e Simone Morgana stanno cercando di valutare tutte le soluzioni eventualmente applicabili. “Da questo punto di vista – conclude Bennici – il confronto l’abbiamo avviato anche con le categorie del settore”.   

"

"

ad ceramiche

"

cofussi banner laterale

boncini carrozzeria

Ultimi Commenti

arancio giuseppe pop elettorale