Cronaca

Mafia ed estorsioni, nuovi interrogatori per Roberto Di Stefano e Nicolò Cassarà

Gela. Rimangono in carcere, a Palermo e Foggia, ma saranno protagonisti di altri interrogatori davanti ai magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Caltanissetta. Il quarantaseienne Roberto Di Stefano e il quarantasettenne Nicolò Cassarà verranno ascoltati nuovamente dopo l’arresto risalente allo scorso giugno.

Travolte in via Venezia, fermato il conducente dell'auto pirata

Gela. Ha travolto due ragazzine che attraversavano sulle strisce pedonali, allontanandosi senza prestare soccorso. Una quattordicenne, nel violento impatto, ha riportato emorragie cerebrali, un trauma cranico e fratture allo zigomo, alla fronte e al ginocchio sinistro.

Omicidio Scimè, ricorso in cassazione per Emmanuello: termine scaduto?

Gela. Condannato all’ergastolo lo scorso aprile dai giudici della corte d’assise d’appello di Caltanissetta per l’omicidio della cinquantaseienne Grazia Scimè ed il ferimento dell’ambulante Giuseppe Nicastro, risalenti al settembre del 1988.

Rissa fuori da una discoteca, revocati i domiciliari a Pistritto: "Mi sono difeso"

Gela. Ritorna in libertà il ventunenne Giuseppe Pistritto, accusato di aver aggredito, all’esterno di una discoteca lungo la statale 115, un suo coetaneo. La decisione è stata adottata dal giudice delle indagini preliminari Domenico Stilo. Durante l’interrogatorio di garanzia, il presunto aggressore si è difeso.

Droga e munizioni nel negozio d'animali, Giovanni Nastasi ritorna in libertà

Gela. Il giudice delle indagini preliminari Domenico Stilo ha detto sì alla richiesta di revoca degli arresti domiciliari presentata dal legale di fiducia del ventitreenne Giovanni Nastasi.

Ha violato più volte le misure di sorveglianza, un giovane finisce a giudizio

Gela. Avrebbe violato più volte, in pochi mesi, le misure di sorveglianza impostegli dai magistrati della procura. Per questa ragione, proprio dagli uffici della procura, è giunto un decreto di giudizio immediato per il ventiquattrenne Salvatore Raniolo.

Due giovanissime travolte da un'auto in via Venezia: la vettura non si è fermata

Gela. Le ha travolte senza neanche arrestare la corsa. Due giovanissime sono state investite da un'auto, probabilmnte di colore scuro, in via Venezia, all'altezza di un attraversamento pedonale.

Tentano la fuga in motorino dalle scale investendo un anziano: tragedia sfiorata

Gela. É finito con due persone in ospedale il tentativo di fuga di due giovani sorpresi senza casco. Quest’ultimi non avrebbero rispettato l’alt imposto dai carabinieri fuggendo a bordo del loro ciclomotore attraverso le scale che da Piazza Sant’Agostino conducono alla circonvallazione di via Porta Vittoria.

In tribunale con un coltello, sotto processo un commerciante scoperto dai vigilantes

Gela. Un coltello nascosto tra le piante ornamentali collocate all’esterno del palazzo di giustizia e il commerciante Giovanni Noto è finito davanti al giudice Chiara Raffiotta per rispondere di porto abusivo d’arma. Il coltello, stando all’accusa, sarebbe stato nascosto dall’uomo prima di fare ingresso nella struttura di via Manfredi

Altre Notizie

Il Comune informa

 

Notizie dal Mondo

 

Pediatria

 

JA Teline IV
Galleria fotografica
JA Teline IV
Video Gallery