Cronaca

Armi nell'appartamento...i poliziotti invece trovarono un intero impianto rubato

Gela. In quell’appartamento non c’erano armi ma gli agenti di polizia, comunque, trovarono amplificatori, mixer e casse, materiale tutto rubato dai magazzini del PalaCossiga. Così, a processo è finito un giovane romeno.

Emissioni fuori norma dalla centrale Eni: decreto nullo e gli atti ritornano al pm

Gela. Gli atti dovranno ritornare nuovamente al pubblico ministero titolare del procedimento. Il giudice Silvia Passanisi, infatti, ha dichiarato la nullità del decreto che disponeva il giudizio per l’ex amministratore delegato della raffineria Eni Bernardo Casa.

Confessarono gli omicidi Ministeri e Saffila, due pentiti condannati per omicidio

Gela. La Cassazione ha posto fine all'indagine dell'omicidio del barista Rosario Ministeri, ucciso davanti il suo locale di Caposoprano il 20 dicembre del 1996 e dell'operaio ennese Francesco Saffila.

Carte "false" per le compensazioni: due consulenti e un imprenditore a giudizio

Gela. Avrebbero chiesto, e in parte ottenuto, compensazioni fiscali senza averne alcun diritto. Al centro degli approfondimenti condotti anche dai militari della guardia di finanza, finirono venticinque società.

Con due figli disabili non riesce ad andare avanti: il giudice dà ragione ad un'anziana

Gela. Dal febbraio di un anno fa, l’anziana madre non riesce a spiegarsi il motivo delle dimissioni, dalla comunità che lo ospitava, del figlio con gravissime disabilità.

Morto sulla Mercedes dopo lo schianto, il caso di Santo Occhipinti davanti al giudice

Gela. La vicenda della tragica morte dell’imprenditore Santo Occhipinti, vittima di un terribile incidente stradale nel gennaio di due anni fa lungo la statale 115, finisce davanti al giudice Chiara Raffiotta.

Una calibro 22 carica nascosta in una valigetta, un tunisino finisce a processo

Gela. Una pistola calibro 22 con un caricatore e otto colpi inseriti e un altro caricatore con sette colpi nascosto in un marsupio.

Parete bucata e via sigarette per 2 mila euro: ladri in una rivendita di via Bresmes

Gela. Stecche di sigarette per almeno duemila euro e duecento euro rubati dalla cassa. I ladri, nella notte, hanno fatto irruzione in una tabaccheria di via Bresmes, a pochi passi da Palazzo di Città.

Furti e danneggiamenti, nuovo arresto per Balbi: denunce anche al porto rifugio

Gela. Deve ancora scontare una condanna definitiva a due anni e sei mesi di reclusione. Così, un nuovo provvedimento d'arresto è stato eseguito nei confronti del ventiquatrenne Alessio Balbi.

Altre Notizie

Il Comune informa

 

Notizie dal Mondo

 

Pediatria

 

JA Teline IV
Galleria fotografica
JA Teline IV
Video Gallery