“A trent’anni dalle stragi di mafia”, antiracket presenta una serie di eventi in memoria

 
0
Il presidente dell'antiracket Renzo Caponetti

Gela. La città si prepara a celebrare il trentennale delle stragi di Capaci e di Via D’Amelio con una iniziativa dal titolo “A 30 anni dalle Stragi”, una settimana di iniziative al teatro Eschilo: conferenze, eventi e rappresentazioni teatrali in programma dal 16 al 20 maggio. Un programma ricco di appuntamenti in ricordo della grande lezione lasciataci dai giudici Falcone e Borsellino. Si partirà lunedì 16 alle 9.30 quando gli alunni della “Romagnoli” incontreranno Matilde Montinaro, sorella del capo scorta del giudice Falcone ucciso a Capaci. Martedì 17, mercoledì 18 e venerdì 20 si terrà lo spettacolo #LeIdeeRestano, curato da Maria Carla Aldisio e proposto alle scuole. Lo stesso spettacolo andrà in scena giovedì 19 al termine del convegno in cui interverrà Angelo Corbo, agente di polizia sopravvissuto alla strage, che inizierà alle 20.15. Il programma è stato presentato in una conferenza stampa tenutasi presso la sede della FAI Antiracket Gela, associazione intitolata a Gaetano Giordano, il commerciante gelese ucciso dalla mafia perché si ribellò al pizzo, che perse la vita anche lui trent’anni fa durante gli anni bui delle stragi.

In città si punta a tenere vivo il ricordo attraverso l’arte e la cultura affinchè chi ha vissuto quel periodo non lo dimentichi e affinchè i giovani riscoprano le battaglie che i siciliani hanno portato avanti per debellare la mafia. Appuntamento lunedì 16 con il primo degli eventi al teatro Eschilo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here