Addio Trainito, Greco: “Su temi cruciali per città misurerò la lealtà dei miei alleati”

 
0
Malluzzo spiega che i numeri del contagio sono in continua evoluzione

Gela. Il consigliere comunale Rosario Trainito, dopo mesi di forti malumori, ha annunciato di aver lasciato definitivamente il gruppo di “Un’Altra Gela”, costola all’assise civica della lista elettorale fondata dal sindaco Lucio Greco. Il presidente della commissione consiliare sanità ha ribadito le sue perplessità sulla condotta politica del primo cittadino, che però continuerà a sostenere rimanendo in maggioranza. “Spiace constatare che il sindaco invece che aggregare gente al suo movimento, dopo quasi due anni di mandato ha perso due consiglieri, tra l’altro i più giovani del consiglio comunale. Aggiungo che non hai mai avuto rispetto del mio ruolo da presidente della commissione sanità – ha detto – escludendomi più volte da riunioni o decisioni importanti. Difendere l’indifendibile, mi ha mortificato”. Trainito pare sia stato definitivamente convinto dalla gestione del caso del consigliere comunale Romina Morselli, multata per abbandono di rifiuti ma difesa dal primo cittadino e dalla giunta. Greco, però, non sembra troppo preoccupato. “Prendo atto del malessere manifestato da Trainito – dice – così come prendo atto che continuerà a far parte della maggioranza”. Greco spiega però che la sua amministrazione e la maggioranza si trovano davanti ad una fase fondamentale. “E’ un momento cruciale, i progetti in corso e i problemi che dobbiamo affrontare sono così importanti da condizionare il futuro della città, sia chiaro”, aggiunge. La decisione di Trainito viene presa quasi come esempio politico dal sindaco, che non a caso si rivolge a tutti gli alleati, in attesa di valutarne la “fedeltà” al progetto iniziale. “Su questi temi e su queste questioni misurerò la lealtà e il senso di responsabilità dei miei alleati – spiega ancora in maniera più netta – e non certo su aspetti che toccano la sfera e la sensibilità privata. Non credo di dover aggiungere altro”.

Greco, tra le altre cose, esclude di pensare a particolari collocazioni politiche, nonostante tanti alleati bussino alla porta o stiano organizzando il loro prossimo futuro. Si dice concentrato solo sull’azione amministrativa. “Ci sono cose molto importanti da affrontare e bisogna lavorare”, conclude senza aggiungere molto altro. Nonostante le defezioni da “Un’Altra Gela”, l’avvocato Greco pare più che sicuro della tenuta della maggioranza, che fino ad oggi davanti ad atti strategici non ha mai fatto mancare l’appoggio necessario. Con il nuovo anno, tutti gli alleati dovranno dimostrare di rispettare le condizioni iniziali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here