Alario spinge per la chiusura dell’accordo di programma, “non serve la campagna elettorale”

 
0
Per Alario la politica non sta assicurando le garanzie a tutela del protocollo di intesa

Gela. Mentre l’accordo di programma è diventato terreno di scontro politico, il segretario confederale dell’Ugl Andrea Alario ritorna a chiedere la chiusura dell’iter. “E’ necessario fare in fretta – spiega – come ho già detto, serve la firma che era stata prevista e bisogna sbloccare gli investimenti. I soli venticinque milioni di euro a copertura non sono certamente sufficienti ma bisogna comunque iniziare a dare una prospettiva di sviluppo vero a questo territorio”. Dopo l’esclusione dei sindacati dalla seduta congiunta all’Ars delle commissioni ambiente e attività produttive, proprio i vertici dell’Ugl, con il segretario generale Giuseppe Messina, hanno chiesto di essere ricevuti alla Regione. Il sindacato vuole certezze e un cronoprogramma chiaro.

“Anche la politica deve fare la propria parte – continua Alario – è importante che tutte le forze si occupino della questione, ma per chiudere prima possibile le procedure e non per fare campagna elettorale”. Nelle scorse ore, Alario ha avuto un incontro in municipio con il commissario Rosario Arena. “Mi ha comunicato l’intenzione di andare avanti sul fronte dell’accordo di programma – conclude – anche lui è convinto che sia uno strumento fondamentale per attingere risorse da destinare agli investimenti. Non possiamo far fuggire le aziende che sono interessate ad investire. Sarebbe l’ennesima sconfitta”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here