Approvato lo statuto comunale, sì dal consiglio: Sammito, “causa emergenza ora stop ai lavori”

 
1
L'aula ha deliberato lo statuto comunale

Gela. Le attività del consiglio comunale si fermano, “fino a data da destinarsi”. Lo ha annunciato il presidente dell’assise civica, Salvatore Sammito, al termine della seduta tenutasi in serata. Davanti all’emergenza Coronavirus, i consiglieri bloccano la loro attività istituzionale, almeno per le prossime settimane. Domani, è fissata una capigruppo, per valutare ulteriormente. Il presidente appare però risoluto. “Ci riuniremo solo nei casi di emergenza, con scadenze imminenti – spiega – è una misura di tutela che riteniamo importante, soprattutto in questa fase. Anche le commissioni si riuniranno solo se ci sarà da dare parere ad atti che vadano in scadenza. Da quanto ci è stato riferito, anche il Piano economico finanziario potrebbe slittare ad aprile”. L’aula, dopo diverse sedute, è riuscita a deliberare il nuovo statuto comunale, frutto del lavoro della commissione affari generali, presieduta da Vincenzo Casciana e composta da Davide Sincero, Paola Giudice, Salvatore Scerra e Alessandra Ascia. Oltre cento articoli che ridisegnano alcuni aspetti dell’organizzazione degli organismi politici del municipio. Dai gruppi consiliari alla presidenza dell’assise, passando per i criteri di voto e aspetti cruciali, a partire dal riconoscimento dell’acqua come bene comune, della collettività (in una terra dove il servizio è da anni in mano ai privati lo statuto ne delinea la natura pubblica). “Ringrazio tutti i consiglieri che hanno partecipato ai lavori e al voto finale e soprattutto quelli della commissione affari generali che hanno elaborato un atto complesso e assai articolato”, ribadisce Sammito.

Questa sera, i consiglieri presenti hanno mantenuto la distanza prevista dalle norme del governo, ma continuare a gestire l’aula e le commissioni con l’emergenza in corso potrebbe rivelarsi fin troppo pericoloso per la garanzia della salute di tutti. Probabilmente, in aula si tornerà solo ad emergenza Coronavirus superata.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here