“Attività Rmi va confermata”, Ugl scrive ad assessore regionale: “Subito incontro”

 
0
Alario risponderà alla convocazione dell'Ars

Gela. Troppe incertezze sul futuro dei lavoratori Rmi, che operano anche per conto del Comune. I vertici sindacali Ugl hanno ufficialmente chiesto un incontro all’assessore regionale al lavoro Antonio Scavone. La missiva riporta la firma del segretario generale Andrea Alario e di quello organizzativo Filippo Crucillà. “Non sono bastati gli impegni assunti dal presidente della Regione Nello Musumeci durante la visita ufficiale a Palazzo di Città – scrivono i sindacalisti – perché a tutt’oggi i lavoratori vertono in uno stato di precarietà, e nessuno li prende più in considerazione. Da tempo, chiedono una stabilizzazione”. Se dovessero mancare i fondi per proseguire l’attività, anche in Comune si porrebbero non pochi problemi. “Un’interruzione della loro esperienza lavorativa, anche se per poche settimane, metterebbe in grosse difficoltà le amministrazioni nell’erogare tutti i servizi che vengono garantiti dalla loro presenza – scrivono ancora Alario e Crucillà – inoltre, il carico economico grava sul bilancio della Regione, di conseguenza il mancato prosieguo dell’attività, costringerebbe i Comuni ad esternalizzare i vari servizi utilizzando propri fondi, gravando su bilanci, già precari”.

L’Ugl spinge per avere tempi celeri, ritenendo che il mancato prosieguo costituirebbe un grave problema sociale, per lavoratori che da anni si trovano in stato di precarietà.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here