Bombe ecologiche e ancora tanti illeciti ambientali, si valuta sede del Noe in città

 
0
I carabinieri del Noe potrebbero trovare sede in città

Gela. In un territorio devastato per decenni dall’impatto industriale e ancora oggi contornato da vere e proprie bombe ecologiche, mai veramente disinnescate, potrebbero arrivare i carabinieri del Nucleo operativo ecologico. La decisione dovrebbe essere formalizzata a breve. L’assegnazione della sede proprio a Gela sembra essere più di un’ipotesi. I carabinieri del Noe, anche se non c’è ancora nulla di ufficiale, potrebbero trovare collocazione nel presidio di piazza Roma. I militari del nucleo ecologico sono specializzati nel contrasto agli illeciti ambientali e attualmente in Sicilia le sedi toccano solo le città di Palermo e Catania, anche se gli specialisti si muovono sull’intero territorio isolano. Quella gelese diventerebbe la terza sede, con competenze sull’intera provincia di Caltanissetta, ma non solo. La parola finale spetta al ministero e alle autorità. Ancora oggi, lo smaltimento illecito dei rifiuti, le maxi discariche abusive e la contaminazione di vaste aree, anche rurali, sono piaghe che affliggono l’intero territorio, per troppo tempo lasciato senza un vero controllo. Le bonifiche sono tutt’altro che vicine alla fase conclusiva e di recente l’amministrazione comunale ha firmato l’intesa con la Regione per i circa quindici milioni di euro che dovrebbero servire principalmente alla messa in sicurezza dell’ex discarica industriale Cipolla.

Il ciclo dei rifiuti è un altro capitolo da tempo sotto stretta osservazione, così come quello degli abusi nelle aree vincolate. In più occasioni, dai responsabili della Riserva Orientata Biviere è arrivata la richiesta di prendere in esame l’attivazione sul territorio del Nucleo ecologico dei carabinieri, che ora potrebbe concretizzarsi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here