Cambio gestione a Timpazzo, Calabrese scrive a Srr e Ato: “Certezze su futuro dei lavoratori”

 
0
Calabrese ha chiesto un incontro per valutare il futuro dei lavoratori della discarica

Gela. Con la pubblicazione dell’avviso per la scelta del nuovo manager dei rifiuti, l’amministratore che avrà il compito di guidare la società in house, controllata dalla Srr4, si apre una fase non semplice. Non sarà sufficiente individuare la sola guida della società, ma bisognerà provvedere ad assunzioni, per coprire gli altri ruoli, tecnici e amministrativi. Dovrà entrare a regime il nuovo impianto Tmb. Negli scorsi giorni, gli ex Ato, licenziati sette anni fa, hanno scritto al sindaco Lucio Greco, all’assessore Grazia Robilatte e al presidente della Srr4 Salvatore Chiantia, per chiedere che venga applicata la legge regionale che gli consentirebbe di essere assorbiti nel nuovo organigramma. Ma c’è fermento anche tra quei lavoratori, che sono attualmente impegnati nei servizi interni alla discarica Timpazzo, sito che passerà sotto la gestione della società in house. Il sindacalista Nicola Calabrese, del dipartimento regionale della Uil trasporti, ha già chiesto un incontro al presidente Chiantia e al commissario liquidatore dell’Ato Cl2 Giuseppe Panebianco. Si punta ad avere certezze sul futuro dei lavoratori, che da anni operano nei servizi interni al sito di conferimento. Calabrese, già la scorsa settimana, ha inoltrato una richiesta di incontro ufficiale, che ha appena reiterato.

“Vogliamo capire quali sono i programmi e che tipo di soluzioni si possano prevedere per gli operatori in servizio all’interno della discarica – dice – che da quanto emerge passerà sotto la gestione della società in house”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here