Centrodestra sempre più distante da Greco, nessun soccorso al primo cittadino

 
0

Gela. Nessun cordone di salute pubblica a sostegno del sindaco Lucio Greco. Il centrodestra locale non fa trasparire posizioni di attesa o di eventuale disponibilità a trattare. Allo stato, non ci sono spazi di manovra. Il primo cittadino, che deve fare a meno anche degli azzurri di Forza Italia e potrebbe perdere il sostegno della Nuova Dc di Cuffaro (i prossimi giorni dovrebbero essere quelli della decisione finale dei centristi), non sembra poter trovare approdi sicuri in un’area politica, che paradossalmente dovrebbe essere quella della sua vera collocazione. Gli esponenti locali di Fratelli d’Italia e Lega, e ora anche i forzisti, vogliono iniziare a strutturare un progetto del tutto alternativo alla proposta dell’avvocato, che per ora va avanti con civici, autonomisti e pochi “sprazzi” di centro. Greco ha da subito cercato di aprire il canale di dialogo con il presidente della Regione Renato Schifani e ci sono interlocuzioni ben avviate con l’assessore all’economia Marco Falcone (entrambi di aree forzista). Il drappello di opposizione, che continua a supportare la mozione di sfiducia, non ha invece alcuna intenzione di interloquire con il primo cittadino. Soprattutto leghisti e meloniani considerano concluso il ciclo amministrativo della giunta Greco e salvo colpi di scena non saranno impegnati in nessun capovolgimento di fronte. “Il sindaco sta governando la città con civici, autonomisti e qualche centrista – spiegano esponenti locali del centrodestra – devono essere loro a sostenerlo. Da questo centrodestra non arriveranno aiuti di nessun tipo”. Sono escluse divisioni interne.

Neanche i contatti palermitani, al momento, sembrano poter influire in una dialettica politica, ormai del tutto compromessa e mai veramente avviata. La mozione di sfiducia, che rimane depositata sul tavolo della presidenza del consiglio comunale, è stato l’ultimo miglio di un percorso che non pare contemplare spazi comuni per i gruppi di centrodestra e per il sindaco, che dovrà valutare con molta attenzione i prossimi sviluppi. Pensare ad un soccorso di centrodestra, oggi, sembra solo fantapolitica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here