Coltellate alla compagna di corso, la minore arrestata lascia il carcere: andrà in comunità

 
0
I rilievi dopo le coltellate inferte alla compagna di corso

Gela. E’ stata accolta l’istanza avanzata dai suoi difensori. La minorenne accusata del tentato omicidio di una compagna di corso, accoltellata lo scorso dicembre in pieno centro storico, lascia la struttura carceraria dove era stata condotta subito dopo l’arresto. La decisione l’ha formalizzata il giudice dell’udienza preliminare del tribunale minorile di Caltanissetta, davanti al quale la giovane è a giudizio, proprio per rispondere di tentato omicidio. I legali di difesa, gli avvocati Francesco Enia e Giusy Ialazzo, hanno chiesto di concedergli il trasferimento in una comunità. In base a quanto ricostruito da pm e carabinieri, dopo una lite ha accoltellato la coetanea, che aveva appena concluso una giornata di lezioni nel centro di formazione professionale frequentato da entrambe.

Dopo essersi allontanata, si è spontaneamente presentata ai militari, nella caserma del reparto territoriale di via Venezia. Tra le due non ci sarebbero stati buoni rapporti, a causa di alcuni dissidi personali. In questi mesi, è stata detenuta in un carcere minorile femminile, fuori dalla Sicilia. I legali hanno già chiesto la messa alla prova. Il gup del tribunale emetterà un verdetto alla prossima udienza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here