Corsa alla presidenza del consiglio, Morselli: “E’ un’aspirazione ma non voglio spaccare maggioranza”

 
0
Morselli conferma di guardare alla presidenza del consiglio

Gela. Tutto “congelato” e se ne dovrebbe riparlare la prossima settimana, con in mano i risultati delle elezioni europee. Per giunta e presidenza dell’assise civica non ci sono ancora soluzioni acquisite. Greco e gli alleati devono trovare l’incastro che accontenti tutti, senza lasciare a bocca asciutta chi ha portato voti al capezzale “civico”. Se per gli assessori si può anche attendere qualche giorno in più, la priorità pare essere l’accordo sulla presidenza dell’assise civica. C’è già il grosso punto interrogativo della data per la prima riunione di consiglio comunale (con il voto per le provinciali fortemente a rischio) e la maggioranza “blindata” di Greco non può permettersi scivoloni già all’esordio. Ad oggi, ballano le candidature di Salvatore Sammito (il più votato in assoluto dell’intera coalizione pro-Greco), Giuseppe Morselli (altro neo consigliere della lista del sindaco) e Vincenzo Cascino (che ha corso con il gruppo di Michele Mancuso ma è da sempre in quota Musumeci). “Da quello che so – dice Morselli – ad oggi, non si è ancora iniziato a discutere di presidenza del consiglio comunale. E’ un ruolo che mi sento di poter svolgere, ma come altri colleghi. Riunioni? Non mi risultano”. Dopo la chiusura delle urne del ballottaggio, in maggioranza è partito il confronto. Giunta e presidenza dell’assise civica sono i primi test che la coalizione dovrà superare, magari senza perdere pezzi. “La mia è un’aspirazione, ma non è tendente a creare spaccature – continua – cercheremo di trovare un’intesa con tutti”. In una maggioranza così ampia, Greco dovrà garantire la tutela di ogni componente politica che l’ha portato in municipio, in primis il bulldozer elettorale “Un’Altra Gela”, che ha fatto segnare numeri da primato, risultando la lista con più preferenze. Dalla civica del sindaco arrivano due dei pretendenti alla poltrona di presidente, lo stesso Morselli e Salvatore Sammito. Il terzo incomodo potrebbe essere Vincenzo Cascino, tramite sull’asse Greco-Musumeci.

Intanto, Morselli conferma che “Un’Altra Gela” si costituirà come gruppo consiliare. “Siamo ispirazione di una lista civica e non vedo perché non si debba portare avanti questo progetto – conclude – la mia adesione a Sicilia Futura? Il nostro gruppo politico rimane compatto indipendentemente dai simboli. Anzi, cercheremo di ampliarlo per rafforzare la maggioranza del sindaco”. Morselli non vuole fare la guerra interna a Sammito e Cascino, ma difficilmente si tirerà indietro, salvo che Greco non metta tutti d’accordo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here