Da “critici” a “pacificatori”, “Liberamente”: “Alleanza coesa, piena apertura da Greco”

 
0
Casciana e Grisanti

Gela. Forse, potrebbe essere il segnale che si aspettava, tra anime di una maggioranza, che non sono mai state veramente pacificate, fino a determinare la scelta di azzerare, siglata dal sindaco Lucio Greco. Tra i “critici” e i consiglieri “lealisti”, pare che lo scoglio delle incomprensioni possa essere superato. Al vertice di ieri, il capogruppo di “Liberamente” Vincenzo Casciana e l’altro consigliere del gruppo, Pierpaolo Grisanti, hanno dato piena apertura al dialogo. Una distensione politica, cercata per mesi, che sembrava quasi impossibile da raggiungere. A Casciana, il sindaco Lucio Greco ha dato mandato di valutare le condizioni per il rilancio della maggioranza politica. Sembrava che le “consultazioni” non avessero portato a molto, ma ieri qualcosa si è mossa. “C’è stato un dialogo sereno e democratico – dice Casciana – sappiamo che c’è la necessità di dare un governo stabile alla città. Ci sono progetti molto importanti, l’ultimo dei quali, quello del programma “Qualità dell’abitare”, ha garantito un finanziamento da trenta milioni di euro. Abbiamo valutato tutti gli aspetti della portualità, dalla scelta dell’Autorità della Sicilia Occidentale e fino ai lavori per il porto rifugio. Vogliamo tutti essere protagonisti del rilancio, ognuno con le proprie competenze, e possiamo farlo. Devo dire che il sindaco si è mostrato pienamente disponibile e aperto al dialogo. Abbiamo fatto notare, che purtroppo non c’è sempre stata la possibilità di una comunicazione vera e di una piena condivisione. Anche nel rapporto con i dirigenti e con la burocrazia comunale, cosa che abbiamo più volte segnalato, bisogna cambiare. I dirigenti devono dare risposte alle nostre richieste. E’ fondamentale, soprattutto nell’interesse della città”. Se “Liberamente”, per una lunga fase, è stato fronte intransigente, di un’ala fortemente critica con il metodo Greco, ora invece si pone come referente di un dialogo per il rilancio dell’azione dei pro-Greco.

“Anche i partiti che non hanno partecipato all’incontro, non dimentichiamolo – continua Casciana – sono una parte importante dell’alleanza. L’obiettivo è di arrivare ad una maggioranza politica, stabile e coesa. Non è vero che i precedenti incontri sono serviti a poco, invece ci hanno consentito di ridurre ancora di più le distanze politiche”. Casciana e Grisanti, in sostanza, pare vogliano lasciare il fronte dello scontro, per avviare invece un percorso insieme al sindaco e al resto degli alleati, in vista di una “nuova” giunta, che probabilmente vada incontro a questo tentativo di stabilità. Concessioni politiche reciproche se ne possono fare e l’intenzione è più che confermata dall’esito del vertice di ieri. Inevitabilmente, ci sono ancora tanti aspetti da affrontare, dalle commissioni e fino ai sottogoverni, ma i “critici”, questa volta, sembra partano da un approccio differente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here