“Dialogo anche con i movimenti civici”, Comandatore: “Candidato a sindaco metta insieme tutte le forze”

 
2
Anna Comandatore e Nello Musumeci

Gela. “Le interlocuzioni non sono mai cessate e il dialogo è aperto anche con i movimenti civici, al cui interno ci sono ottime personalità”. L’ex consigliere comunale di DiventeràBellissima Anna Comandatore, che fa parte del direttivo regionale e della segreteria congressuale del movimento del presidente della Regione Nello Musumeci, punta molto sulla possibilità di arrivare alle urne delle amministrative con una coalizione compatta di centrodestra, allargata però ai “civici”. “E’ molto importante – spiega – in una fase tanto delicata come questa, nessuno può fare a meno di nessuno. Non è il momento di parlare di eventuali paternità politiche sul candidato a sindaco. Serve invece un lavoro di squadra. Ci sono tutte le possibilità per farlo, altrimenti si rischia di andare incontro ad un flop”. I sostenitori locali di Musumeci da tempo spingono per arrivare ad un’intesa complessiva nell’alleanza di centrodestra. Sono stati tra i primi a chiedere l’avvio di un tavolo di confronto.

“La prossima settimana – aggiunge Comandatore – molto probabilmente ci sarà una nuova riunione. Penso che il candidato a sindaco debba essere in grado di mettere insieme tutte le forze che lo sosterranno. Serve un progetto condiviso per la città”. Come ha già fatto capire un altro esponente di DiventeràBellissima, l’ex capogruppo all’assise civica Vincenzo Cascino, i pro-Musumeci batteranno la strada dell’accordo con i movimenti civici, quelli che pochi giorni prima della fine dell’anno hanno messo la firma sulla carta d’intenti (una sorta di patto programmatico in vista della corsa elettorale). “Molti di quelli che oggi sono confluiti nei movimenti civici – conclude Comandatore – si sono allontanati dai partiti perché delusi. Probabilmente, non hanno condiviso il fatto che proprio nei partiti ci siano persone che tendono a riproporsi per rimanere sempre in auge. Ma dobbiamo recuperare anche queste forze. Sarà necessario mettere insieme una squadra di uomini e donne di buona volontà”. Nel centrodestra locale non c’è ancora una vera e propria investitura a “papabile” sindaco. I nomi circolano, ma bisognerà capire se il tavolo avviato sarà in grado di arrivare ad una scelta condivisa, magari senza bisogno che la decisione finale venga convogliata dai leader palermitani oppure addirittura da quelli romani.

2 Commenti

  1. Ex consigliere comandatore proprio lei è stata una delusione in consiglio. Non capisco il presidente Musumeci a dare ruoli a persone che all’interno del CDX sono solo distruttivi , mi faccia il piacere parli di meno che ci fa più figura

  2. Non dispiace questa coalizione ma battete un colpo se ci siete per Gela, e fate l’escavo del Porto per convincerci a votarvi per il tramite Musumeci.Siamo stanchi di sole promesse.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here