Dirigenti, Greco cambia: lavori pubblici a Collura, conferma per Cosentino e Marino

 
0

Gela. In tempo di nomine e spostamenti tra le poltrone che contano del municipio, il sindaco Lucio Greco ha rimesso mano alle attribuzioni dei dirigenti. Non ci sono variazioni così consistenti, ma qualche inversione di rotta, probabilmente, Greco l’ha voluta imprimere. Nel provvedimento, scrive della necessità di “un ripensamento significativo degli assetti burocratici, necessario a favorire il miglioramento dei servizi, al fine di rendere più spediti quei procedimenti e realizzabili quei programmi volti allo sviluppo economico, sociale e culturale della cittadinanza”. Uno dei cambi in corsa più significativi, probabilmente riguarda i lavori pubblici. La delega, ad interim, è stata assegnata al dirigente Antonino Collura, che continuerà ad occuparsi dell’Autorità Urbana (che coordina le attività di “Agenda Urbana”) e delle risorse comunitarie, oltre che del settore informatico. Lo sviluppo economico, che era di Collura, va invece ad Emanuele Tuccio, che perde appunto quella ai lavori pubblici. L’architetto Tuccio si occuperà, ad interim, anche del settore sport, turismo e spettacolo. Confermata la delega al settore ambiente e decoro urbano per l’ingegnere Grazia Cosentino, che sta portando avanti il dossier rifiuti, a stretto contatto istituzionale con Greco. Orazio Marino continuerà ad occuparsi dell’urbanistica, ma perde l’interim del patrimonio, settore del quale si occuperà Simonetta Guzzardi (che ha ottenuto le funzioni di datore di lavoro dell’ente).

L’avvocato Mario Picone perde l’interim del settore affari legali e si occuperà di affari generali e sempre ad interim di risorse umane. Sarà invece il comandante Giuseppe Montana (confermato alla guida del comando di polizia municipale) a gestire il servizio affari legali (ad interim). Non c’era bisogno di grandi previsione per Alberto Depetro, che mantiene il settore bilancio e ad interim quello tributi. Conferma per Maria Morinello, con il settore servizi sociali, istruzione e sanità. Un rimescolamento, neanche così profondo, che comunque sembra orientato anche a rispondere a qualche impulso politico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here