Dispersione idrica, “su territorio la situazione migliore”: in media si perde il 39,5%

 
0
Autobotti nei quartieri senza acqua

Caltanissetta. Con una quota del 39,5 per cento la provincia di Caltanissetta è quella che, per quanto riguarda la dispersione idrica, fa registrare il miglior risultato in assoluto fra le nove province della Sicilia. Il dato è contenuto nell’ultimo Rapporto annuale sul Servizio Idrico Integrato in Italia realizzato da Cittadinanzattiva, edito dall’Osservatorio prezzi e tariffe della stessa organizzazione che da quindici anni monitora, tra l’altro, la resa del servizio idrico in tutto il Paese. Lo studio è stato presentato nei giorni scorsi e l’intero report è consultabile e scaricabile dal sito di Cittadinanzattiva (sostieni.cittadinanzattiva.it/documenti-pubblici/dossier-acqua-2021-public.html). Rispetto a questa “fotografia” scattata, come spiega l’organizzazione, sulla base degli ultimi dati Istat disponibili riferiti al 2018, la situazione complessiva della provincia di Caltanissetta è ulteriormente migliorata e al 31 dicembre 2020 la quota di dispersione idrica si attesta al 39 per cento. Come si evince ancora dallo stesso report, a livello nazionale va disperso il 42 per cento dell’acqua immessa mentre il dato medio consolidato a livello regionale è di ben il 50,5 per cento, quindi nella Provincia di Caltanissetta si perde in media l’11 per cento in meno dell’acqua distribuita su tutto il territorio regionale ed il 2,5 per cento in meno della media nazionale. Il dato registrato in Provincia di Caltanissetta risulta migliore rispetto a diverse province d’Italia come ad esempio: Napoli 41,5% -Roma 45,1 % -Brescia 42,2 %-Bari 51,2 %-Cagliari 48,4 %-Firenze 43,4%-Perugia 56,4 %. A Caltanissetta, il report di Cittadinanzattiva (dati Istat 2018) indica la quota di acqua immessa in rete dispersa pari al 35,6%. Pure in questo caso si tratta di un dato, migliore rispetto a quello di tutti gli altri capoluoghi di provincia dell’Isola, che alla data del 31 dicembre 2020 è stato ulteriormente e sensibilmente migliorato attestandosi sul 32,4%.

“Non si tratta certamente di un punto di arrivo ma di risultati molto importanti che Caltaqua, gestore del servizio idrico integrato per il territorio della provincia di Caltanissetta – fa sapere l’azienda in una nota – ha potuto ottenere grazie agli investimenti realizzati negli ultimi anni soprattutto con risorse proprie, nell’ambito dell’esecuzione del Piano degli Investimenti proposto dal Gestore ed approvato dall’Autorità d’Ambito. Sarà possibile migliorare ulteriormente questi risultati con il finanziamento di circa 9 milioni di euro degli interventi di sostituzione rete idrica in vari comuni che Caltaqua ha già presentato alla Regione Siciliana muniti di tutti i pareri e le autorizzazioni. D’altra parte il contenimento della dispersione idrica e la sistematica azione di sensibilizzazione per il rafforzamento di un’autentica cultura orientata ad un uso consapevole e senza sprechi delle risorse idriche sono, da sempre, due punti fermi della mission aziendale di Caltaqua che continuerà a lavorare con il consueto impegno e la professionalità delle sue lavoratrici e dei suoi lavoratori al servizio dell’intero territorio provinciale per il costante miglioramento del servizio Idrico Integrato reso agli utenti”. In città, però, i disservizi proseguono e anche negli ultimi giorni, a Scavone, si sono registrate giornate senza distribuzione idrica, con temperature elevate ed esigenze ancora più impellenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here