Droga in centro storico, presunti organizzatori spaccio ammessi al giudizio abbreviato

 
0

Gela. Quelli che gli investigatori considerano punti di riferimento dello spaccio di droga in centro storico hanno optato per il giudizio abbreviato. Una scelta che accomuna il quarantaquattrenne Benito Peritore, Alberto Drogo, Concetta Liardo, Elisea Peritore, Michael Caci, Calogero Peritore e Antonino Raitano. I loro legali hanno formalizzato la richiesta, accolta dal gup Marica Marino. Sono tutti coinvolti nell’indagine “Supermarket”, che ha consentito ai poliziotti del commissariato di fare luce su un presunto giro di droga, che avrebbe avuto come base logistica via Abela, dove vive la famiglia di Benito Peritore, secondo gli investigatori vero organizzatore del giro di droga. Davanti al gup, ci sono inoltre Giovanni Nastasi, Enrico Nastasi, Massimo Terlati (i cui legali hanno deciso di procedere con il rito ordinario) e Carmelo Nicastro. Per mesi, i poliziotti hanno monitorato la zona, effettuando sequestri e perquisizioni.

Tra i presunti pusher, sono stati individuati dei minori, nei cui confronti procedono i pm della procura di Caltanissetta. L’indagine è stata coordinata dal sostituto procuratore Luigi Lo Valvo, che sta seguendo il procedimento anche in udienza preliminare. In aula, si tornerà a giugno, soprattutto a causa delle misure d’urgenza imposte dal governo per contrastare il Coronavirus. Gli imputati sono difesi dagli avvocati Carmelo Tuccio, Francesco Enia, Cristina Alfieri, Giacomo Ventura, Dionisio Nastasi e Giovanna Zappulla.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here