Due minori dietro ai furti negli appartamenti, hanno chiesto la messa alla prova

 
0

Gela. La decisione sulle richieste avanzate dalle difese verrà resa a fine marzo. I legali di due minorenni, accusati di furti in abitazioni e nelle auto in sosta nei pressi di diversi accessi al mare, hanno avanzato istanza per la messa alla prova. I poliziotti del commissariato arrivarono ai due minorenni, dopo diversi colpi che lo scorso anno, principalmente nel periodo estivo, vennero messi a segno in abitazioni della città. I giovani, ora davanti al gup, avrebbero preso di mira le automobili dei proprietari delle case svaligiate. Secondo la ricostruzione, attendevano che le vetture venissero parcheggiate vicino agli accessi al mare. Approfittando di alcune dimenticanze dei proprietari, avrebbero forzato le auto, portando via le chiavi per accedere agli appartamenti. Capitava infatti che venissero lasciate all’interno. Dopo pochi minuti, riuscivano a raggiungere le abitazioni e ad entrare, usando appunto le chiavi rubate e gli indirizzi riportati nei documenti di guida.

Sono diversi i “colpi” che vengono imputati ai due. I difensori, gli avvocati Filippo Spina e Giuseppe Cascino, hanno optato per il giudizio abbreviato e attendono che il gup del tribunale dei minorenni di Caltanissetta si pronunci sulla messa alla prova. I due accusati pare siano disposti a svolgere attività sociale, così da tentare di mettersi alle spalle gli errori commessi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here