Due ponti dentali difettosi, il calvario di una donna: l’odontoiatra dovrà risarcirla

 
2

Gela. Dovrà essere risarcita dall’odontoiatra che qualche anno fa le applicò due ponti dentali, rivelatisi del tutto inadeguati. Il giudice civile del tribunale ha accolto le richieste avanzate da una donna, finita al centro della vicenda. A causa di una serie di problemi ai denti, si era rivolta ad un odontoiatra della città. Dopo l’installazione dei due ponti, sono iniziati i problemi. Proprio i ponti si sono staccati, costringendo la paziente a rivolgersi nuovamente all’odontoiatra che però avrebbe preteso un nuovo pagamento, escludendo che si trattasse di un suo errore. Dopo varie vicissitudini, la donna ha deciso di agire in giudizio. Rappresentata dall’avvocato Giuseppe Smecca, è riuscita a dimostrare che quanto accaduto sia stato causato da un errore dello specialista, che avrebbe anche violato la normativa sul consenso informato.

Sarà proprio l’odontoiatra a doverla risarcire. La paziente si è vista riconoscere anche il diritto alla copertura delle spese mediche da sostenere.

2 Commenti

Rispondi a Elena 🙋 Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here