Emmanuello (FdI): “Su parchi giochi Greco e Licata ingannano la città”

 
3
Emmannuello attacca Greco e Licata

Gela. “Una gestione amministrativa miope e fallimentare”. Dal gruppo locale di Fratelli d’Italia arriva una nuova sferzata politica, rivolta al sindaco Lucio Greco e soprattutto all’assessore al decoro urbano Giuseppe Licata. Rosario Emmanuello, che fa parte del gruppo dirigente cittadino del partito, spiega che la vicenda del parco giochi di piazza Russello è solo l’apice di una tendenza a propagandare successi inesistenti. “In città, si sa, che anche una cosa ordinaria diventa un grande successo da sbandierare ai quattro venti. Ma quello che chiedo e che chiede la cittadinanza tutta a questa amministrazione è se davvero non si siano accorti dello stato di degrado di quella piazza e del degrado in cui versa la città? Nel fine settimana, ho voluto constatare di persona insieme ai tanti i cittadini che hanno approfittato delle belle giornate per portare i propri figli in questo nuovo parco giochi – dice Emmanuello – con grande rammarico devo dire che lo spettacolo davanti ai nostri occhi è stato veramente impietoso. Ammassi di detriti stipati proprio accanto ai giochi, panchine completamente divelte, muretti corrosi dal tempo con ferri di armatura sporgenti, piante ed erbacce in ogni dove, segno di una mancanza totale di pulizia ordinaria da tempi immemori. L’assessore Licata, al quale ricordo che detiene la delega al decoro urbano, con quale coraggio sponsorizza sui social questa grande vittoria per la città? Dovrebbe vergognarsi, piuttosto”. Secondo Emmanuello, la situazione è parecchio grave non solo in piazza Russello, ma anche in altre aree destinate ai più piccoli. “Nella villetta di Macchitella, la fontana è ancora vuota e piena di coriandoli nonostante il Carnevale sia terminato quasi un mese fa, l’illuminazione attorno ai giochi è inesistente per via delle lampadine fulminate, oramai da tempo e non ancora sostituite. Ancora più pericolosa la situazione nel parco giochi in viale Enrico Mattei, dove si trovano addirittura dei tombini aperti, con il rischio reale che qualche bambino o genitore si spezzi una gamba. Ma non sono solo i parchi giochi a denotare la mancanza di decoro urbano che l’assessore tanto decanta con i suoi post su facebook con tanto di hashtag #gelachecambia #decorourbano. Basta fare due passi sul nostro lungomare, per accorgersi che oramai è diventato impossibile passeggiare sulla passerella che dà sul mare, letteralmente seppellita dalla sabbia – aggiunge – con cestini della spazzatura pieni, segno che alla fine il cittadino non è poi così incivile come lo ha dipinto più volte il nostro primo cittadino, ma della mancanza di organizzazione e tempestività nella pulizia dei luoghi”.

Emmanuello parla di “un sindaco che inganna la città, servendosi di assessori che gli prestano il fianco”. Per il gruppo locale di Fratelli d’Italia sono immediate le iniziative che si potrebbero da subito assumere. “Bisognerebbe creare dei bandi che spingano i cittadini ad abbellire i loro balconi o il loro quartiere con dei premi anche simbolici, come una targa a “Cittadino Modello” – conclude Emmanuello – il Comune dovrebbe dotarsi di un’app per il decoro urbano, come strumento partecipativo per la segnalazione del degrado e degli interventi necessari di manutenzione, ordinaria e non. Si potrebbe avviare una collaborazione con le scuole, le chiese e le associazioni, organizzando giornate periodiche dedicate alla pulizia e ad azioni volte ad abbellire gli angoli della nostra città. Sarebbe importante permettere alle aziende locali di adottare gli spazi verdi per utilizzarli a fini pubblicitari”. Emmanuello conclude consigliando all’amministrazione comunale di concentrarsi “meno sui social” e “più all’interesse della città”.

3 Commenti

  1. Chi è questo Emmanuello?
    Credo che appartiene a quelli che ostacolano tutto e tutti.
    In ogni cosa c’è un inizio e quello che il sindaco e l’assessore Licata stanno facendo è lodevole, poi se la politica di opposizione viene fatta con questi meschini esternazioni è un’altra cosa.

  2. Ci vogliono altri interventi nelle villette cittadine e anche nella villa comunale . Speriamo che sia l’inizio di un percorso di cambiamento.
    Forza sindaco l’abbiamo votato perché ci crediamo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here