“Erbacce e aree incolte ovunque, sono un pericolo”, Bennici: “Amministrazione impantanata”

 
0
Il consigliere FdI Sandra Bennici

Gela. Le aree dove il verde incolto è sempre più folto sono un pericolo, a maggior ragione con le temperature estive e il vento. Il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Sandra Bennici lancia l’allarme per attività di pulizia e manutenzione che non vengono effettuate. “La città è ormai invasa da erbacce ad altezza d’uomo. Non solo nei parchi abbandonati, nelle aree verdi, ma anche nelle aiuole, tra i marciapiedi e gli spartitraffico. Una situazione di degrado. Le erbacce non vengono tagliate da mesi. È un disastro ovunque, malgrado le numerose segnalazioni, così come le lamentele. In una città normale – dice Bennici – l’amministrazione ha il dovere di garantire almeno l’ordine, la pulizia e il decoro. La protezione civile ricorda che a giugno inizia il periodo di massima attenzione per il rischio incendi, frequente anche in città nel momento in cui arriva il caldo torrido. Un episodio si è già verificato all’ex Ospizio Marino, nei pressi dello scheletro dell’ex Lido La Conchiglia e solo grazie all’intervento dei vigili del fuoco si è scongiurato un incendio di vasta portata”. La mancanza di manutenzione ordinaria per il consigliere è uno dei tanti elementi a conferma dell’assenza di programmazione.

“Roma brucia. Nerone si dice contribuì a bruciare la città eterna per ricostruirla più bella, secondo un nuovo piano urbanistico. Sarebbe auspicabile non arrivare a questi estremi rimedi – dice ancora Bennici richiamando un paragone storico – è sufficiente una semplice ordinanza per procedere all’eliminazione delle erbacce, nel rispetto del decoro ma soprattutto della sicurezza. Per ricostruire, è necessaria una progettualità che quest’amministrazione sembra non conoscere. Sono impantanati anche nell’affrontare l’ordinario, con estrema difficoltà”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here