“Facciano ciò che vogliono”, Greco sul possibile ricorso: “Costituirsi? Poi vedremo”

 
1
Greco per ora sembra non temere il ricorso targato Lega

Gela. “Ricorso? Non me ne sono lontanamente occupato né mi interessa più di tanto. Sono preso dai molti problemi della città. Facciano ciò che vogliono”. Il sindaco Lucio Greco pare non essere troppo coinvolto (almeno per ora) dalle “voci” che a breve potrebbero trasformasi in azione giudiziaria contro l’esito elettorale. Che le ruggini della campagna elettorale siano ancora pesanti l’ha spiegato durante l’intervento di venerdì scorso in aula consiliare, subito dopo il giuramento. Parole al vetriolo che sono servite a far passare il messaggio di una contesa ancora aperta con alcuni esponenti dell’opposizione. Lo sconfitto Giuseppe Spata starebbe definendo gli ultimi particolari, forse sostenuto da una parte del drappello di centrodestra. “Siamo tranquilli e sereni – continua il primo cittadino – sappiamo di aver operato nella massima correttezza”.

L’avvocato “civico” al momento preferisce glissare, in attesa di capire meglio quali mosse si giocherà il leghista sconfitto. “Se ci costituiremo in giudizio? Poi, vedremo – conclude – non conosciamo né contenuti né motivi in fatto e in diritto del ricorso. Sono molto sereno”.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here