Federico guarda alla Lega, potrebbe dire sì ai salviniani: Fi è ormai il passato

 
2
Federico vuole organizzare un movimento a base provinciale

Gela. Potrebbe essere un approdo, sulla carta capace di ridisegnare una parte degli equilibri interni al centrodestra cittadino, che tra poco più di un mese avrà a che fare con i giudici del Tar Palermo. Dovranno pronunciarsi sul ricorso presentato per contestare l’esito elettorale dello scorso maggio, che ha visto la coalizione sconfitta. L’ex deputato regionale Pino Federico, che ha ormai messo alle spalle l’esperienza in Forza Italia, potrebbe dire sì alla Lega. Non ci sono vere e proprie conferme, ma nelle ultime settimane qualcosa si sarebbe mosso. Pare che Federico abbia anche partecipato ad una manifestazione dei salviniani. Non ci sarebbe ancora un’adesione ufficiale, ma sembra che il matrimonio politico possa farsi. Federico, che dopo le amministrative perse dalla sua alleanza di riferimento, ha deciso di dedicarsi quasi esclusivamente alla professione medica, non commenta neanche le indiscrezioni. Probabilmente dirà qualcosa in più, forse solo da gennaio, in attesa di indicazioni dagli uomini di fiducia di Matteo Salvini. Insieme al suo storico gruppo politico, alle amministrative, è stato in coalizione con la Lega e ha supportato la campagna elettorale del candidato a sindaco, schierato dagli ex “lumbard”. Una corsa conclusasi con la sconfitta per mano del sindaco Lucio Greco. Due consiglieri comunali che siedono all’assise civica sotto le insegne di “Avanti Gela”, sono da sempre vicini all’ex presidente della Provincia. Gabriele Pellegrino e Salvatore Scerra, i più votati in assoluto alla chiusura delle urne per le comunali, hanno preferito non schierarsi. Mantengono il simbolo “civico”, pur arrivando da esperienze analoghe a quelle di Federico, l’ultima in Forza Italia. I pessimi rapporti politici con il deputato Ars Michele Mancuso, coordinatore provinciale forzista che ha scelto di seguire l’”arcobaleno” del sindaco Lucio Greco, sono stati tra i motivi scatenanti dell’uscita di scena di Federico e dei suoi referenti, che non guardano più agli azzurri.

Bisognerà capire se il possibile passaggio alla Lega possa aprire altri varchi, anche a chi lo segue politicamente da sempre. Conferme non ce ne sono, ma Federico leghista potrebbe essere un’ipotesi più che concreta, anche se in passato sono volate parole grosse con il deputato nazionale Alessandro Pagano, uomo forte della Lega sull’isola e in provincia.

2 Commenti

Rispondi a Lillo Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here