Fondi per la riattivazione della tratta ferroviaria Caltagirone-Gela, c’è ok Cipe su investimenti

 
1
Il cedimento ha causato il blocco totale della tratta ferroviaria

Gela. L’aggiornamento del contratto di servizio, con investimenti da quindici miliardi di euro, è stato autorizzato a fine luglio dal Comitato interministeriale per la programmazione economica. Si prevedono interventi infrastrutturali sulla rete ferroviaria italiana. Tra questi, risorse sono destinate anche al “potenziamento” della linea Caltagirone-Gela. La tratta è interrotta da otto anni, dopo un cedimento. I fondi per il potenziamento dovrebbero arrivare dal miliardo che il contratto di servizio tra Rete ferroviaria italiana e ministero dei trasporti destina alla “alla valorizzazione delle reti regionali”. Un anno fa, venne presentato un progetto che prevede la ricostruzione del ponte di contrada Angeli. I tecnici di Rfi puntano anche al miglioramento delle condizioni degli altri undici viadotti che si trovano lungo il percorso.

Sono previste verifiche sulle opere cosiddette minori, la ricostruzione del binario da Piano Carbone a Gela secondo i nuovi standard, il rifacimento degli impianti di sicurezza e la riapertura della stazione di Niscemi, riqualificata e dotata di ascensori e marciapiedi alti per i disabili. Il tema è stato affrontato durante un recente incontro tra il sindaco Lucio Greco e il primo cittadino di Caltagirone Gino Ioppolo.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here