Ghelas, Greco indica Gulizzi per incarico revisore: scelta formalizzata in assemblea

 
0
Gulizzi ha firmato l'accettazione

Gela. Il nominativo, in una rosa riservata di candidati che hanno risposto all’avviso pubblico bandito da Ghelas, l’ha fatto il sindaco Lucio Greco, come da normativa della municipalizzata. La prossima settimana il commercialista Giacomo Gulizzi, ex consigliere comunale e per anni tra i nomi principali del Pd locale, dovrebbe firmare l’accettazione dell’incarico di revisore unico della società in house. Greco ha avanzato la scelta di Gulizzi durante l’assemblea della Ghelas, tenutasi questa mattina. Dopo l’approvazione del bilancio, portata a compimento dal manager Francesco Trainito, quello della nomina del revisore unico (figura prevista nella normativa sulle partecipate) era l’ultimo punto da valutare. Pare che Gulizzi sia stato contattato e abbia accettato, ma serve la firma sull’atto ufficiale, che dovrebbe essere apposta la prossima settimana. Il nuovo revisore si aggiunge al collegio sindacale Ghelas. Il professionista, due anni fa era entrato nel collegio sindacale dell’Ato Cl2, su indicazione dell’allora commissario straordinario Rosario Arena. Alle amministrative di un anno fa, ha sostenuto il progetto politico che ha poi portato in consiglio comunale l’attuale presidente della commissione affari generali Vincenzo Casciana, che fa parte della maggioranza dell’avvocato (seppur non abbia lesinato critiche). Si era anche fatto proprio il nome di Gulizzi per un possibile assessorato. Ora, arriva l’indicazione di Greco. Sono giorni molto complessi, anche sul piano delle nomine.

E’ ancora aperto lo scontro sulla scelta del commissario liquidatore dell’Ato rifiuti, con Greco che sostiene l’attuale commissario dell’Ipab “Aldisio” Giuseppe Lucisano e ha contestato la candidatura alternativa di un altro commercialista, Salvatore Sauna, supportato invece dal sindaco di Riesi Salvatore Chiantia e da quello di Niscemi Massimiliano Conti. Ieri, Greco ha chiesto a Sauna, che lo ha sostenuto un anno fa in campagna elettorale, di fare un passo indietro. Non è da escludere che quello che sta accadendo a Palazzo di Città possa incidere anche sull’assemblea della prossima settimana dell’Ato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here