Ghelas, slitta assemblea bilancio: poche risposte dai settori, Trainito inoltra schede

 
0
Il manager Ghelas Francesco Trainito

Gela. Novità salienti per il nuovo contratto Ghelas ancora non ce ne sono. La proroga tecnica copre un solo mese e l’amministratore della municipalizzata, l’ingegnere Francesco Trainito, ha già fatto sapere che non ne firmerà altre. Non ci sono le condizioni. Dai settori del municipio, sono pochi i riscontri che arrivano, nonostante Trainito avesse chiesto, con nota ufficiale, di poter avere le schede, con il fabbisogno, non oltre il 26 aprile. “Risposte ce ne sono state pochissime, forse una o due”, dice. L’iniziativa l’ha presa lui, trasmettendo le schede ai settori, per poi formalizzare l’offerta economica. “E’ una bozza di contratto vera e propria – aggiunge – ho deciso di procedere così dopo che i solleciti sono andati a vuoto. Ho comunicato tutto al responsabile comunale che si occupa di Ghelas”. La bozza è arrivata anche sul tavolo della commissione consiliare sviluppo economico, presieduta da Rosario Faraci. I consiglieri, diversi mesi fa, proposero un loro “piano” strategico per Ghelas, con una serie di punti, diventati mozione, e approvati dall’assise civica. La tendenza all’eccessivo silenzio da parte dei settori del Comune è un’anomalia che Trainito ha più volte sottolineato, anche nei colloqui con il sindaco Lucio Greco. Il Comune è socio unico e deve delineare l’indirizzo da dare, rispetto ai servizi che Ghelas dovrà effettuare. In mancanza di un nuovo contratto, ben definito, slitta l’assemblea per l’approvazione del bilancio. Si sarebbe dovuta tenere all’inizio della prossima settimana. Se ne riparlerà, invece, a metà giugno.

Con l’approvazione del bilancio, scade il mandato dello stesso Trainito. L’ingegnere, che è sostenuto da un gruppo politico della maggioranza e che Greco ha voluto alla guida della municipalizzata, ha già reso noto che se non ci saranno le condizioni per proseguire lascerà l’incarico, senza accettare alcun eventuale rinnovo. L’intenzione di Greco è di andare avanti insieme al manager. Vanno però sanate diverse incongruenze, indicate dallo stesso Trainito. Dalle nuove assunzioni ad un debito del Comune che ammonta a circa 730 mila euro, si dovrà fare chiarezza. Il futuro della municipalizzata non sembra a rischio, ma le prospettive vanno delineate con assoluta certezza. I sindacati, a loro volta, sono in attesa di avere risposte, a garanzia della stabilità dei lavoratori. Da Ghelas passano tanti esiti, anche politici, che potrebbero farsi sentire sul prosieguo del cammino dell’amministrazione comunale e della maggioranza che la supporta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here