Greco dal palco spara a zero, “Spata è prestanome dei poteri forti”: scelti Sauna, Costa e Pizzardi

 
11
Greco appoggiato da una parte dei candidati di Melfa

Gela. Il comizio l’ha concluso con il classico sottofondo dell’inno di Mameli e scroscianti applausi (registrati) a tutto volume, mentre la piazza (piuttosto gremita) pian piano si svuotava. Il “civico” Lucio Greco è salito sul palco di piazza Umberto I attorniato dai suoi assessori, tutti presenti, e dai candidati che gli hanno garantito il “tesoretto” nella lista “Un’Altra Gela”. Difficile non notare, in piazza, il segretario dem Peppe Di Cristina, giusto a pochi passi dal deputato regionale di Forza Italia Michele Mancuso e dal suo predecessore alla guida del partito locale, Carlo Romano (alle urne schierato nella civica “Azzurri per Gela” dello stesso Mancuso). “La competizione – ha detto dopo aver ringraziato gli elettori che gli hanno garantito voti personali e alle liste – è con un candidato espressione dei poteri forti che vogliono mantenere le chiavi della città. Giuseppe Spata è un prestanome. Sono altri che vogliono mettere le mani sulla città, gelesi e di fuori città. Il deputato Alessandro Pagano ha voluto la candidatura di Spata e l’ha dichiarato pubblicamente. Il fratello quattro anni fa è stato candidato nella mia lista. Anche don Ciotti di Libera ha preso le distanze dopo la sua candidatura nella Lega”. Non gli è piaciuto neanche l’endorsement di Maurizio Melfa a favore del rivale. “Una decisione antidemocratica – ha continuato – i suoi candidati l’hanno sconfessato. Pure sua moglie”. E’ stato diretto l’attacco del “civico” al rivale alle urne. I “titoli di coda” già scorrevano e l’inno di Mameli era al culmine, così ha assestato un altro colpo. “La città – ha detto – non ha bisogno di un pupo, ma di una persona seria”.

L’esigenza di sostenerlo l’hanno ribadita due suoi neo assessori, la forzista Nadia Gnoffo e Salvatore Sammito (il più suffragato tra le fila di “Un’Altra Gela”). “Siamo persone semplici”, si è spinta a dire l’avvocato Gnoffo. Non da meno, il commercialista Salvatore Sauna, scelto tra i consulenti a titolo gratuito. “Non sbagliamo una seconda volta – è intervenuto sul palco – è giusto che Greco vinca. Quattro anni fa siamo stati ciechi e non l’abbiamo capito. La città non può permettersi un Messinese bis. Che curriculum ha Spata? E’ un bravo ragazz, e poi?”. Insieme al presidente dell’ordine dei commercialisti, hanno già detto sì al candidato “civico” l’avvocato Luigi Costa e il manager della sanità e docente Antonio Pizzardi. Saranno tutti consulenti a titolo gratuito. Greco ha scelto di alzare il tono del “duello” mentre nelle stesse ore l’entourage di Spata ha messo un freno a quelli che vengono considerati duelli da “film western”.

11 Commenti

  1. Scusate; scrive una persona che alle elezioni ha votato al movimento 5 stelle.
    Il Signor Greco riesce solo a criticare?
    Al Signor Greco le volevo ricordare che nella sua coalizzione c’è il Signor Spezziale ecc.
    Ancora non è sindaco e già ben due volte sono state cambiate le deleghe degli assessori, mi immagino se riesce ad essere Sindaco che combina 🤥
    Ma il suo programma qual è.
    Da quello che vedo e sento mi gioco la carta della lega.
    Grazie

  2. Candidato sindaco arcobaleno dopo la inconsistenza e pochezza di programmi dimostrata ieri sera, andando via dalla trasmissione Agorà di ieri sera, che per inciso essendo da solo sarebbe potuto essere un trionfo per lei se solo avesse avuto dei validi programmi, anche stasera ha dimostrato con lo squallido e indecoroso spettacolo trasmesso in piazza, di non avere nessun programma da presentare alla città, e per il modo di comportarsi e le parole proferite dal palco, di non essere degno di governare questa città. È sembrato di rivivere uno dei comizi di Crocetta. Le persone sono stanche di sentire litigi e veleni, noi cittadini vogliamo fatti concreti e persone per bene. V E R G O G N A!!!!

  3. L’unica cosa che riesce a fare, è buttare fango sugli avversari, senza guardare i suoi compagni di merenda.
    Perché non parla di programmi e di come risolvere i problemi della città?
    Perché non spiega come accontentare eventualmente ( io spero di no ) tutta l’accozzaglia che ha alle spalle, sulla spartizione delle poltrone ?
    Sicuramente sarebbe un amministrazione che durerebbe da Natale a Santo Stefano.

  4. I Signori che criticano la Candidatura dell’Avvocato Lucio Grego chissà se hanno interessi personali da difendere (sicuramente Si ).P er1° Spata è un ragazzo serio ….ebbe? certo che è portato dai vari Cirignotta che hanno vissuto alle spalle dell’Amministrazione (Con i soldi nostri ) e che cambiano bandiera ad ogni tornata elettorale (Vergogna) appogiato dai 5 stelle si stà vedendo come amministrano Roma e cosa stanno facendo a livello nazionale UN CASINO GIONALIEROI dall’Imprenditore Signor Melfa che passato il dolore per la sua esclusione darà la sua collaborazione a titolo GRATUITO COSI DICE , ma i cittadini Gelesi questa volta non si faranno fregare

    • Sicuramente non si faranno fregare votando Greco. I 5 stelle guidano male Roma, Cirignotta cambia partiti….. Greco che ha dietro tutta la giunta di Messinese, Siciliano che ha distrutto la città e tutti gli ex con Fasulo e Crocetta invece sono tutti perfetti, infatti l’immondizia delle strade, i marciapiedi rotti, le strade bucate, l’acqua ceduta a Caltaqua che ci fa pagare bollette salatissime, l’illuminazione pubblica che come l’acqua, volevano svendere per 30 anni ai loro amici prima la giunta Fasulo e poi la Giunta Messinese, le erbacce per le strade, ecc…… quella è tutta colpa di chi sta dietro spata vero? Vergognosi non avete nemmeno il buon senso di stare zitti…..

    • Oltre a quelli nominati prima, Greco ha dietro l’ON. Mancuso che è venuto a Gela per farsi eleggere alla regione e poi si è scordato della città per ritornare in questa tornata elettorale. Non si può avere un sindaco composto da tanti ex sindaci che hanno portato la città di Gela allo sfascio totale. Ridistribuire le poltrone (assessorati) a cose fatte non è segno di serietà, è solo segno di fame di potere e la fame di potere non ti porta a guardare i bisogni della gente ma i bisogni della cerchia di “AMICI”. Perchè, se davvero si vuole cambiare Gela, Greco non ha lasciato invariata la scelta degli assessori? Apri gli occhi amico e non farti fregare ancora. O anche tu sei nella cerchia degli “AMICI”?

  5. Vabbe ma le persone sono plagiate….parlano dei problemi di gela e di amici di amici… di politica corrotta e distruttiva…. quando l’unica compagine costruita per mantenere ed accentrare il potere a chi già lo avuto in questi anni, è quella che si nasconde dietro un bel faccino e un simbolo, quello della lega, che rappresenta a gela la minoranza assoluta…ma a livello nazionale è bello… ecco tutto un inganno teso ad una città ignorante e bigotta che non merita di soccombere!! Votate con il cuore e con la testa…leggete ed informatevi personalmente…e forse capirete da che parte sta la sinistra marcia di Crocetta…. in tutto il gran patto dell. Avv. Greco al pd andrà un solo consigliere…. Spata fra i suoi assessori ha Enzo Cirignotta…penso di aver detto tutto

    • Si hai detto tutto e cioè che non puoi essere altro che l’ennesimo uomo del PD senza simbolo……. ormai vi conosciamo tutti quelli che siete……

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here