I dem su Fava per la giunta, l’ex presidente: “Pd deve assumersi responsabilità governo”

 
1
L'ex presidente Fava potrebbe essere la proposta che i dem faranno a Greco per l'assessorato

Gela. Formalmente, il sindaco Lucio Greco e il suo vice in pectore Terenziano Di Stefano più volte hanno dichiarato che non ci saranno nuovi rivolgimenti in giunta. In realtà, il confronto va avanti da giorni e anche nel fine settimana sono previste riunioni, piuttosto informali. Greco, che non vuol scontentare nessuno nella sua maggioranza “arcobaleno”, segue il “verbo” di un assessore per ogni lista dell’alleanza. Nel giro, a breve, dovrebbe rientrare la designazione targata Pd. Il segretario cittadino Peppe Di Cristina e i suoi, almeno fino a domenica, cercheranno di mettere insieme voti per il partito che affronta le europee. Da lunedì, però, il segretario penserà alla convocazione della direzione, che dovrebbe esprimersi sul nome dell’assessore da proporre a Greco. Negli ultimi giorni, con maggiore insistenza, pare che i dirigenti stiano sondando l’ipotesi dell’ex presidente del consiglio comunale Giuseppe Fava, candidato alle amministrative, ma non eletto. Lui non lo esclude. “Certo che sono disponibile – dice – bisogna dare un contributo positivo al governo della città”. Fava, che è stato un pezzo importante del Pd, soprattutto nella fase della giunta Fasulo, negli ultimi anni ha preferito guardare al partito più che all’impegno elettorale attivo. Il suo profilo politico potrebbe ottenere il via libera dai vertici dem. “Il Pd deve assumersi responsabilità di governo, è doveroso – continua – decideremo insieme. Io mi ritengo un uomo di partito. Ci sono e ci sarò sempre, indipendentemente da chi andrà in giunta. Non è un problema di nomi, ma di voglia di fare e di competenza. Non serve un assessore fine a sé stesso”.

La direzione dem farà un primo bilancio post-elettorale. I democratici sono in maggioranza e avranno due consiglieri comunali all’assise civica, il risultato complessivo della loro civica, però, non soddisfa praticamente nessuno. Poco più di duemila voti portati alla causa di Greco hanno fatto storcere il naso, principalmente ai militanti più longevi. “Il partito – conclude Fava – deve riprendersi un ruolo che prima aveva. Tutti siamo calati proporzionalmente, almeno da un punto di vista elettorale. La direzione servirà a valutare quello che è accaduto”. Fava non si sbilancia, anche se alla giunta Greco non direbbe di no.

1 commento

  1. Siccome il contributo dato nel passato dal sig. Fava e stato cosi grande che e doveroso donare alla citta di gela fava come assessore.
    L ennesimo ritorno al passato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here