I furti in appartamento, i due giovani arrestati confessano: interrogatori in carcere

 
0

Gela. Hanno ammesso le loro responsabilità. Il venticinquenne Rosario Lignite e il ventenne Gaetano Romano sono stati sentiti davanti al gip, in carcere a Balate. Arrestati dagli agenti di polizia del commissariato, sono accusati di due furti in appartamento, risalenti ad alcune settimane fa. Colpi messi a segno in un’abitazione di Caposoprano e in un’altra in centro storico. Sono stati portati via denaro, preziosi e una pistola a gas.

Davanti a prove schiaccianti, comprese le immagini riprese dai sistemi di videosorveglianza, i due hanno deciso di parlare. Si sono detti disponibili a cambiare vita. Difesi dagli avvocati Carmelo Tuccio e Rosario Prudenti, non avrebbero nascosto la loro presenza sui luoghi. A questo punto, i difensori potrebbero chiedere misure alternative alla detenzione, anche se gli indagati hanno diversi precedenti penali alle spalle.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here