Indagine su minacce a funzionario comunale, arrivò busta sospetta

 
0

Gela. Si sarebbe trattato di una vera e propria minaccia, destinata ad un funzionario del Comune. Alcuni anni fa, gli sarebbe stata recapitata una busta, con all’interno un proiettile, probabilmente di un’arma da fuoco. I pm della procura hanno avviato indagini, che sarebbero ancora in corso, delegando attività investigative anche ai carabinieri del reparto territoriale. Sarebbero stati individuati alcuni dei possibili responsabili di quella che viene ritenuta, a pieno titolo, come un’intimidazione. L’indagine si sarebbe intrecciata con un’altra, che portò a provvedimenti di arresto, anche a carico di un dipendente del municipio. In questo caso, la pista battuta dai pm e dai finanzieri ha riguardato una presunta corruzione. Un padroncino privato avrebbe usufruito di forniture idriche, attingendo direttamente dal punto di approvvigionamento comunale a Montelungo, con la complicità del dipendente del municipio, che avrebbe ricevuto denaro.

Dalle pieghe di questa inchiesta, sarebbe emersa anche la possibile intimidazione al funzionario del municipio, pare impegnato in controlli. Sarebbero stati effettuati accertamenti tecnici, in attesa di arrivare alle prime determinazioni dei pm.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here