“Iter è lungo ma la tangenziale di Gela si farà”, incontro Lorefice-Anas: opera finita tra quelle a rischio

 
2
Lorefice respinge le accuse del Pd

Gela. Date precise non ce ne sono, ma il senatore grillino Pietro Lorefice è convinto che la tangenziale di Gela, una maxi opera viaria da 316 milioni di euro, non finirà nella lista nera delle incompiute. Da poco, i tecnici Anas l’hanno inserita tra quelle destinate a slittare, riassunte in un dossier consegnato alla commissione trasporti del Senato. Il parlamentare nazionale del Movimento cinque stelle, negli scorsi giorni, ha incontrato proprio i funzionari Anas. “Nessuno slittamento, l’iter procedurale per la tangenziale di Gela sta continuando e il 23 maggio è stato approvato anche il progetto di fattibilità – dice – ovviamente, l’iter che porta alla realizzazione dell’opera è lungo e complesso e richiederà i tempi burocratici necessari”.

Inizialmente, era stato previsto un affidamento dei lavori proprio nel corso del 2019 e un avvio dei cantieri dal 2020. Secondo il dossier di Anas, però, non sarà possibile rispettare i tempi. Sono almeno tredici le maxi opere viarie previste sull’isola che non riusciranno a decollare da subito. Lorefice è convinto invece che i cantieri vedranno la luce, prima del previsto. “Si tratta di un’opera molto importante per tutto il territorio – conclude – che ridurrà notevolmente la congestione negli attraversamenti urbani e migliorerà i livelli di servizio e di sicurezza della circolazione sia sulla tratta di progetto che, soprattutto, sull’attuale Ss 115 nell’area di Gela”.

2 Commenti

  1. Spero che come dice lui, ma tutto quello che riguarda GELA in ambito regionale viene
    sempre ignorato e messo da parte la Gela – SR quarant’ anni è ancora li’ e non si sa ‘ quando si completerà

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here