La protesta dei lavoratori dell’Scc, fissato incontro Eni-sindacati: si tenta l’intesa

 
0

Gela. Si vedranno a fine mese per tentare di raggiungere un accordo, in base a quanto stabilito già nel protocollo di intesa di cinque anni fa. I chimici di Filctem, Femca e Uiltec hanno ottenuto l’incontro chiesto ai vertici di raffineria. Sul tavolo, la vicenda dei lavoratori del Safety Competence Center, quelli che si occupano di vigilare nei cantieri e garantire il rispetto della normativa in materia di sicurezza. Nelle scorse settimane, si sono fermati proprio per sollevare le loro rivendicazioni. Per i sindacati, mancano certezze sull’effettivo inquadramento e sulla piena copertura dell’organico. Dovevano essere centottanta i lavoratori in forza all’Scc, ma allo stato non superano quota centoquaranta, in servizio anche in siti esteri di Eni. Un sottodimensionamento che li costringerebbe a sostenere una mole di lavoro sempre più pesante.

Tutti aspetti che i segretari provinciali delle tre sigle Gaetano Catania, Francesco Emiliani e Maurizio Castania affronteranno insieme ai manager del cane a sei zampe. Se non si dovesse arrivare ad un punto condiviso, allora non sono da escludere nuove azioni da parte dei dipendenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here