La strada della morte, associazione H scrive a Greco: “Interventi immediati…basta vittime”

 
0
La strada della morte fa paura ai residenti

Gela. Le famiglie che vivono nel residence “Agave”, a ridosso della 115 Gela-Manfria, hanno rotto il silenzio. Chi abita nella zona è stanco di essere sempre a rischio, con una strada che continua a mietere vittime. Hanno chiesto a gran voce interventi immediati a tutti gli enti preposti. L’hanno fatto all’indomani dell’ennesimo, grave, scontro stradale, che ha messo a rischio anche la vita di una bambina. Una richiesta di interventi per la messa in sicurezza immediata del tratto di strada arriva anche dal presidente dell’associaizone H, l’avvocato Paolo Capici.

Ha scritto al sindaco per fare in modo che la questione venga presa seriamente in considerazione. Chiede l’installazione di semafori e dissuasori di velocità. “Affinché cessi o si limiti al massimo il numero di incidenti predisponendo tutte le misure idonee – si lege nella missiva scritta da Capici – a limitare la velocità specie nella tratta descritta attenzionando comunque l’art. 208 del Cds in ordine alla destinazione dei fondi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here