“Lasciare il Pd? Rimango e sostengo la lista”, Siragusa: “Su di me veto ma non mi interessa sapere di chi”

 
0

Gela. E’ tra i big democratici che non saranno ai nastri di partenza il prossimo 28 aprile. La defezione del consigliere comunale uscente Guido Siragusa ha prodotto non pochi scossoni tra i dem locali (come già accaduto nel recente passato), che alle amministrative nella coalizione pro-Greco sono in corsa con la civica “Uniti siamo gelesi”. “Pd? Certo che rimango nel partito. Sosterrò la lista – dice – quello che più mi dispiace in tutta questa vicenda è che sul mio nome ci siano state speculazioni. Normalmente, prima si raggiunge un obiettivo politico e poi si fa un nome. Così non è stato. Siamo tutti utili, ma nessuno è indispensabile”. Siragusa doveva essere l’assessore in quota dem nella cinquina di Greco. A poche ore dalla presentazione delle liste, però, tutto è cambiato. Siragusa è stato depennato e ha deciso di non candidarsi con la “civica” dem. “Per candidarsi al consiglio comunale – dice ancora – bisogna avere motivazioni giuste. Il veto? Non mi interessa chi l’abbia apposto”. Nei giorni della lunga trattativa, sembrava che il segretario cittadino del Pd Peppe Di Cristina avesse in mano la designazione di Siragusa nella cinquina assessoriale dell’avvocato “civico”. Così, non è stato. Il consigliere uscente non nega di aver assunto posizioni politiche che non hanno trovato riscontro nel partito locale. “Sulle primarie sono rimasto solo – ammette – già dopo la sfiducia all’ex sindaco, ho proposto un Pd che facesse il Pd. Non si può rinunciare alla propria identità. Credo che questo partito, anche nella coalizione di Greco, debba caratterizzarsi per il sostegno ai più deboli, per una visione chiara del rapporto con l’industria e per pragmatismo. Mettere insieme tutte le forze che appoggiano il candidato della coalizione? Fortunatamente, non è un mio problema. Alle amministrative, comunque, non c’è il Pd. La vera tenuta del partito passa dalle elezioni europee”.

Insomma, “Uniti siamo gelesi”, seppur forgiata dalla dirigenza locale dem, Siragusa non l’associa allo spirito politico del Pd. L’esclusione dal novero degli assessori e il passo indietro rispetto alla candidatura all’assise civica qualche strascico l’hanno lasciato. Siragusa è stato uno dei più convinti sostenitori della linea Di Cristina, ma alla fine in giunta è stato designato, tra gli altri, l’avvocato Antonio Gagliano, che con l’ex consigliere comunale ha condiviso più di un percorso politico. “Con Di Cristina e Gagliano non c’è alcun problema – conclude – non metto in dubbio che tutto ciò che è accaduto sia stato fatto in buona fede, però è stato fatto. All’avvocato Gagliano, peraltro, mi lega un rapporto d’amicizia quasi quarantennale. Un’eventuale chiamata nella giunta Greco? Non credo accadrà. Sono distante anni luce dal pensarlo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here