L’assemblea della Srr ha approvato gli atti della gara “ponte” sui rifiuti, ora la scelta dell’azienda

 
1
I sindaci della Srr hanno approvato gli atti

Gela. C’è voluta qualche settimana in più rispetto alle iniziali previsioni, ma nelle scorse ore i sindaci dell’assemblea della Srr4 hanno approvato gli atti per la gara ponte, predisposti dai tecnici dell’Ato Cl2 in liquidazione del commissario Giuseppe Panebianco. Il sì finale è arrivato in una delle sale del municipio di Piazza Armerina, dove si sono riuniti tutti i componenti dell’assemblea. “A questo punto – dice il presidente Salvatore Chiantia – riteniamo che l’individuazione della nuova azienda che si occuperà di gestire il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti in tutti i comuni della Srr possa avvenire prima possibile”. Saranno i funzionari della Centrale unica di committenza Tirreno Ecosviluppo 2000, scelta da Srr e Ato Cl2, a chiudere l’iter della gara breve da un anno, selezionando la proposta migliore. L’affidamento avverrà per il periodo di un anno, comunque prorogabile fino all’assegnazione del servizio da sette anni, che prevede una procedura di gara certamente molto più complessa. I tempi per l’appalto pluriennale saranno decisamente più lunghi. “Anche per questo motivo – conclude il sindaco di Riesi Chiantia – ci siamo concentrati sulla gara ponte, che consente un affidamento più veloce. In ogni caso, il procedimento per la gara da sette anni è in corso all’Urega”.

Da anni, ormai, il servizio rifiuti è gestito in proroga della campana Tekra e per il Comune di Gela non sono mancati pesantissimi fardelli finanziari, che ancora oggi incidono sugli equilibri di bilancio. All’assemblea, c’era il commissario Rosario Arena, in una delle sue ultime apparizioni ufficiali (dopo il ballottaggio del 12 maggio passerà il testimone al nuovo sindaco). Il colonnello, per mesi, ha collaborato con la struttura della Srr e con il commissario dell’Ato Giuseppe Panebianco nel tentativo di dare un assetto chiaro al servizio e gli scontri istituzionali con i manager di Tekra non sono mancati. Alla fine dello scorso anno, l’assemblea della Srr ha deciso di appoggiarsi all’Ato, attraverso una convenzione a titolo gratuito, con il preciso obiettivo di arrivare a definire gli atti per la gara ponte e avere a disposizione una Cuc per chiudere la procedura. L’importo complessivo supera i 13 milioni di euro.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here