“Lei non risponde alle nostre richieste…”, continua in aula la sfida tra i grillini e il vicesindaco Simone Siciliano

 
0

Gela. La seduta di question time destinata alla discussione delle interrogazioni è diventata un nuovo terreno di sfida tra i consiglieri comunali del Movimento cinque stelle e l’amministrazione comunale.

Il porto rifugio e la logistica ferroviaria. Il botta e risposta si è concentrato, questa volta, non solo sui temi legati ad Eni ma anche sulla vicenda del porto rifugio. In realtà, il vero confronto è tra i grillini e il vicesindaco Simone Siciliano. Ci sono investitori privati, veramente interessati a puntare sul porto rifugio? La questione è stata posta dai consiglieri grillini. “C’è una lettera di intenti – ha risposto Siciliano – sottoscritta insieme ad un privato interessato al progetto in vista di un futuro turistico del porto. Null’altro”. “È molto preoccupante che la giunta avvii trattative private senza fornire informazioni al consiglio”, ha replicato Simone Morgana. I grillini, con Virginia Farruggia, hanno rilanciato la questione delle discariche abusive sparse lungo il perimetro urbano, e non solo. Il consigliere ha chiesto di conoscere tutte le procedure di controllo previste. “I controlli ci sono e comportano dei costi – ha risposto l’assessore Simone Siciliano – dobbiamo sempre intervenire per evitare danni alla salute pubblica. Spero che in sede di approvazione del Piano economico e finanziario, i consiglieri comprendano la necessità di evitare debiti e garantire risorse”. Una risposta che non ha trovato un giudizio positivo da parte dei consiglieri grillini. Sono stati sempre i consiglieri comunali del Movimento cinque stelle a richiedere alla giunta di comunicare gli eventuali sviluppi sul fronte della logistica ferroviaria locale. Per il vicesindaco Simone Siciliano, però, la questione è soprattutto di competenza ministeriale. “Lei non risponde alle nostre domande, come fa spesso – ha replicato il capogruppo Simone Morgana – cosa avete fatto nel rapporto con Rfi  per implementare la logistica ferroviaria? Sono queste le domande alle quali dovete rispondere ma non lo fate”. I consiglieri del Movimento cinque stelle, invece, hanno ottenuto una serie di dati, presentati dall’assessore Francesco Salinitro, tutti legati ai piani di edilizia economica e popolare che negli ultimi anni sono stati realizzati in diverse aree della città, soprattutto in quelle periferiche. Per i grillini, il vero problema sono le opere di urbanizzazione primaria e secondaria che, in alcuni casi, non avrebbero ottenuto neanche il definitivo collaudo. “Stiamo monitorando per intero tutti i programmi costruttivi di quel tipo – ha spiegato Salinitro – le verifiche sono in corso anche per i collaudi. Dobbiamo valutare, comunque, tutto quello che riguarda espropri e debiti fuori bilancio”.

Gli alimenti delle mense scolastiche. Il giardino e il parco giochi di via Redi in totale abbandono. A sollevare la questione in aula sono stati i consiglieri di Forza Italia Crocifisso Napolitano e Salvatore Scerra oltre a quelli di Reset Francesca Caruso e Luigi Di Dio. Il vicesindaco Simone Siciliano non ha escluso l’ipotesi di affidamenti ai privati di alcune aree verdi della città. Tra i problemi sollevati dal forzista Salvatore Scerra, c’è anche quello dei parcheggi destinati ai diversamente abili. Su centoventi richieste di attivazione, in municipio sono state autorizzate settanta istanze. “Verranno completate per intero a breve – ha detto l’assessore Rocco D’Arma – i controlli ci sono”. “Le risorse sono troppo limitate – ha ribattuto Scerra – bisogna incrementare il personale oppure diventa tutto inutile”. Sui pannelli luminosi nell’area della Ztl del centro storico, c’è intesa tra l’assessore D’Arma e il gruppo consiliare del Pd. I democratici mirano a ristabilire i pannelli luminosi o gli eventuali semafori. L’esponente della giunta comunale ha indicato la data del 13 febbraio per riattivare i pannelli. Un tratto del lungomare Federico II di Svevia è ancora occupato da una serie di boe galleggianti, trascinate dalle recenti mareggiate. Il consigliere del Pd Salvatore Gallo ne ha chiesto l’immediata rimozione. Il vicesindaco Simone Siciliano ha preannunciato l’avvio dell’iter per la rimozione. Non è chiaro, però, da dove siano arrivate né chi siano gli eventuali proprietari. “Vi arrampicate sugli specchi – ha replicato Gallo – basta una gru collocata sulla strada per rimuoverle, senza chiedere autorizzazioni al demanio”. I consiglieri comunali del Movimento cinque stelle hanno invece sollevato la questione della qualità degli alimenti, a cominciare dalla frutta,  serviti nelle mense scolastiche della città. Per l’assessore Licia Abela sono stati effettuati tutti i necessari interventi, con tanto di ispezioni.

La vicenda idrica. I consiglieri comunali della sesta commissione, con in testa Salvatore Sammito, hanno chiesto interventi di manutenzione immediati su diversi parchi gioco della città, del tutto danneggiati e lasciati all’abbandono. L’assessore Simone Siciliano ha preannunciato l’intenzione di interventi entro i prossimi giorni. Il Partito Democratico, attraverso il capogruppo Vincenzo Cirignotta, ha indicato la necessità di istituire un intero settore comunale dedicato solo all’agricoltura. “È necessaria una delega assessoriale destinata solo a questo settore – ha specificato il capogruppo democratico – parliamo di un settore che deve essere al centro del futuro economico di questa città”. Il sindaco Domenico Messinese ha ribadito, però, che il settore agricolo viene già seguito nell’area dello sviluppo economico. Interventi di manutenzione lungo un tratto di via Recanati sono stati preannunciati dall’assessore ai lavori pubblici Flavio Di Francesco, rispondendo all’interrogazione presentata da Salvatore Scerra di Forza Italia. Sul rimborso del cinquanta percento del costo dei loculi, lo stesso forzista ha chiesto chiarimenti all’amministrazione comunale. L’assessore Simone Siciliano ha confermato la ricerca dei fondi da parte dei tecnici del settore. Scerra ha attaccato sulla mancata riattivazione in città del servizio di visite sanitarie per l’accertamento delle invalidità civili. “Dallo scorso aprile – ha detto  – chiediamo una soluzione all’ennesimo torto subito”. Il sindaco Domenico Messinese ha replicato sottolineando come la giunta stia cercando sponde regionali per ottenere la riattivazione del servizio in città. Sulla vicenda dei disservizi idrici, il consigliere Sara Cavallo ha chiesto conto e ragione al sindaco Domenico Messinese. “La giunta – ha detto – deve dare risposte ai cittadini”. Il sindaco ha confermato l’esito dell’incontro avuto con i funzionari di Caltaqua ma anche la volontà di chiedere risarcimenti al gruppo italo spagnolo. Sara Cavallo ha preannunciato la richiesta di un consiglio comunale monotematico sul caso idrico. Salvatore Farruggia della Lega dei Popoli, infine, ha sollevato la questione dello stato di degrado dell’area antisante la chiesa di Betlemme, nei pressi di contrada Piana del Signore. “Rifiuti di ogni tipo a ridosso di un luogo di culto – ha denunciato Farruggia – strade impraticabili e la necessità di rendere un servizio degno ai fedeli. Sono queste le priorità da seguire”. Il sindaco Domenico Messinese, rispondendo, ha parlato di “inciviltà di coloro che hanno scelto di trasformare quell’area in una discarica a cielo aperto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here