L’inchiesta “Redivivi”, Rizzari in carcere: deve scontare un residuo di pena

 
0

Gela. Deve scontare un residuo di pena di otto mesi, dopo aver patteggiato accuse legate alle droga contestategli nel corso dell’inchiesta antimafia “Redivivi”. I carabinieri di Paternò, città dove risiede, hanno arrestato il quarantatreenne Luigi Rizzari, trasferito nel carcere catanese di Bicocca. Per quelle accuse, ha già scontato un anno di custodia cautelare, dopo aver patteggiato ad un anno e otto mesi.

Ad inizio febbraio, davanti al gup del tribunale di Caltanissetta, per lui è arrivata la condanna a due anni di reclusione, perché ritenuto vicino al gruppo Trubia, anche se è caduta l’ipotesi di una sua presunta appartenenza a gruppi mafiosi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here