L’inchiesta sui rifiuti, il manager di Tekra Balestrieri ha chiesto di essere sentito dai pm

 
0
Tekra della famiglia Balestrieri non presenterà un'offerta per la gara "ponte"

Gela. Il caos rifiuti e i pesantissimi debiti fuori bilancio generati dalla gestione del servizio, sono da tempo al centro di diversi approfondimenti investigativi. Negli ultimi giorni, avvisi di garanzia sono stati notificati al sindaco Domenico Messinese e al suo vice Simone Siciliano. Tra gli indagati, ci sarebbe anche l’amministratore delegato della Tekra Alessio Balestrieri. L’azienda campana gestisce, in proroga, il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti in città. Il manager, attraverso il proprio legale, l’avvocato Sinuhe Curcuraci, ha fatto sapere di voler essere sentito dai magistrati, che stanno coordinando le attività. Una richiesta ufficiale è stata depositata proprio negli uffici della procura.

“Vuole dimostrare la propria estraneità ai fatti contestatigli – scrive in una nota il legale – avendo rispettato diligentemente ogni norma relativa alla gestione del servizio in città”. I magistrati starebbero approfondendo diversi aspetti della vicenda e le indagini sono in corso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here