Messinese rimane fuori dal municipio, il Tar respinge la richiesta di sospensiva

 
2

Gela. Respinta la richiesta di sospensiva presentata dai legali dell’ex sindaco Domenico Messinese. Il verdetto è stato appena emesso. Per i giudici del Tar di Palermo non ci sono gli estremi per bloccare gli effetti della mozione di sfiducia approvata lo scorso 7 settembre. “Una materia molto complessa – dice l’avvocato Antonietta Sartorio che ha seguito la vicenda per conto di Messinese – adesso, valuteremo se chiedere la trattazione nel merito. Ci consulteremo con il cliente”. Le spese sono state compesante tra le parti del giudizio. Quindi, l’ex sindaco rimane fuori dal municipio e le sue richieste vengono respinte.

In aula, è stato l’avvocato Stefano Polizzotto ad illustrare le ragioni del ricorso, contestando soprattutto l’impossibilità per l’ex sindaco di controbattere alle ragioni della mozione. I giudici hanno però detto no alla sospensiva. Ad opporsi alle richieste sono stati i legali dei consiglieri costituti e del Comune. Gli avvocati Pierluigi Matta, Angelo Cafà, Carlo Maria D’Amato, Giacomo Ventura, Fabio Fargetta, Nicola Nicoletti, Maria Elena Ventura, Cristiano Pagano, Vanessa Viola e Agata Burtone hanno ribadito la regolarità della seduta del 7 settembre e delle procedure che hanno condotto al voto.

2 Commenti

  1. Si rassegni il Signor Messinese se ne faccia una ragione il popolo gelese che l’ha eletto allo stesso modo tramite il voto dei consiglieri che rappresentano gli elettori lo hanno destituito.Tutto qui non lo vogliamo più lo ringraziamo per tutto quello che ha fatto (Niente)lui e i suoi ASSESSORI – Andremo alle nuove Elezioni senza quell’entusiasmo che lui e il suo movimento aveva suscitato e proveremo a risalire con volti nuovi e non con persone che per una ventina di anni sono stati presenti nel Consiglio Comunale a riscaldare gli scranni e non per fare gli interessi di Gela

Rispondi a Disgustato Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here