Mezzi Ghelas furono incendiati, “giovane a giudizio”: azienda è parte civile

 
0
L'area mezzi della Ghelas venne presa di mira dal gruppo

Gela. E’ stato chiesto il rinvio a giudizio per il giovane che cinque anni fa avrebbe appiccato un incendio nell’area di parcheggio dei mezzi della Ghelas, in via Marsala. Vennero gravemente danneggiati due Porter Piaggio e un cestello. Gli investigatori arrivarono ad individuare il giovane Alessio Bonvissuto, che avrebbe agito insieme ad alcuni minori, a loro volta interessati da un procedimento per quei fatti, ma davanti ai giudici del tribunale minorile di Caltanissetta. Ieri, la richiesta di rinvio a giudizio, sostenuta dall’avvocato Raffaela Nastasi, incaricata dalla Ghelas e parte civile nel procedimento. L’imputato è difeso dall’avvocato Cristina Alfieri. Secondo gli investigatori, il gruppo avrebbe fatto irruzione nel parcheggio di via Marsala per rubare gasolio dai mezzi in sosta.

Sarebbe stato appiccato il fuoco, che si è poi propagato ai mezzi. L’amministratore della municipalizzata, Francesco Trainito, ha voluto che la società fosse parte civile, ritenendo molto gravi i fatti verificatisi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here