Morte Vittoria Caruso, possibile abbreviato per giovane: è accusato di omicidio

 
0
L'auto si ribaltò

Gela. Slitta a novembre l’avvio vero e proprio dell’udienza preliminare nei confronti del ventenne Gaetano Vizzini, accusato dell’omicidio della quindicenne Vittoria Caruso. Il gup Marica Marino, questa mattina, ha disposto il rinvio su richiesta del legale della famiglia della giovanissima vittima. Perse la vita dopo un incidente stradale, verificatosi lungo gli assi viari della zona industriale di contrada Brucazzi. Per i pm della procura, si trattò di omicidio, perché il giovane avrebbe effettuato delle manovre pericolose, facendo ribaltare l’utilitaria che guidava e sulla quale viaggiava anche la quindicenne. Per lei, la corsa verso l’ospedale “Vittorio Emanuele” si rivelò inutile. La difesa dell’imputato, sostenuta dall’avvocato Sinuhe Curcuraci, non esclude la richiesta di giudizio abbreviato e pare pronta ad avanzare una serie di eccezioni preliminari. Il legale ritiene che i fatti ricostruiti dai pm della procura non siano in linea con le risultanze delle perizie tecniche, anche sotto questo profilo probabilmente potrebbero esserci richieste istruttorie. Se ne riparlerà a novembre.

La famiglia della quindicenne morta, fin dalla fase delle indagini, ha seguito l’evolversi del procedimento e chiederà di costituirsi parte civile, con il legale Rita Parla, per conto della società “Giesse risarcimento danni”. Nel corso delle indagini, i pm della procura sono giunti alla conclusione che possa essersi trattato di omicidio, ricostruendo la dinamica dell’incidente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here