“Nei cantieri del Patto per la Sicilia priorità agli operai locali”, la richiesta alla giunta

 
0

Gela. Nei cantieri finanziati con i soldi del Patto per la Sicilia, la precedenza spetta agli operai locali. La richiesta, formulata alla giunta, arriva dai consiglieri comunali di DiventeràBellissima Vincenzo Cascino, Anna Comandatore e Giovanni Panebianco. Nelle scorse ore, il gruppo consiliare ha presentato un’interrogazione, spiegando appunto che nei cantieri da avviare con i soldi stanziati dalla Regione la precedenza debba essere garantita alle maestranze locali. “In un periodo tanto difficile – dicono – con molti operai costretti a lasciare la città, per cercare fortuna altrove, bisogna capire che c’è l’esigenza di creare opportunità occupazionali. In altri comuni, già avviene. Impiegare soprattutto manodopera locale significherebbe lanciare un importante messaggio a chi questa città non la vuole abbandonare”.

Spazio agli operai locali. In realtà, una proposta di questo tipo, già in passato, è stata formulata dalle segreterie provinciali degli edili di Fillea, Filca e Feneal che, appunto, hanno chiesto di dare maggiori garanzie agli operai locali, sottoscrivendo un vero e proprio protocollo. Per mesi, i segretari Francesco Cosca, Francesco Iudici e Dathan Di Dio hanno chiesto, inutilmente, un incontro con l’amministrazione comunale. Del resto, non sono tempi felici, soprattutto per gli edili, che adesso sentono il peso della crisi anche tra gli impianti della raffineria Eni di contrada Piana del Signore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here