“Nessuna esclusione dei sindacati”, Sammito: “Verranno convocati in fase operativa”

 
0
Sammito si rivolge agli alleati

Gela. La fase che affronta la città è tra le più difficili che si ricordino e il futuro non è chiaro da decifrare. Giovedì, il consiglio comunale cercherà di tracciare una primo resoconto, nel tentativo di guardare ad una fase due. I sindacati non sono stati convocati e i confederali di Cgil, Cisl e Uil hanno dimostrato di non condividere la decisione, anche con una missiva pubblica destinata al presidente dell’assise civica Salvatore Sammito. Il presidente non sembra intenzionato ad aprire un fronte di scontro, ma vuole comunque chiarire le ragioni della mancata convocazione. “Non è nel nostro stile escludere i sindacati quando si ravvisa la necessità della loro presenza. Ma nel consiglio comunale convocato per giovedì si affronteranno tematiche di carattere generale – dice – quando si passerà alla fase operativa, sarà nostra cura convocare i sindacati e tutte le parti sociali, che potranno dare il loro contributo concreto sulle scelte operative che saremo chiamati a prendere. Gli unici invitati, oltre alla politica, sono le associazioni datoriali che rappresentano gran parte delle attività chiuse”.

Dopo l’annuncio del finanziamento Eni per la nuova terapia intensiva all’ospedale “Vittorio Emanuele”, una parte della maggioranza del sindaco Lucio Greco ha dimostrato di non condividere alcune affermazioni giunte dal mondo sindacale e dai vertici della Cgil locale. In questo caso, le frizioni non sembrano aver avuto alcun peso. Sammito e i capigruppo consiliari hanno ritenuto di affrontare la questione del rilancio, anzitutto su un piano di gestione politica e amministrativa. “Saranno invitati quando usciremo da questa prima fase interlocutoria – conclude –  così come è stato fatto dal sottoscritto anche in passato”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here