Niente jazz alla torre di Manfria, la rassegna di Ventura si scopre abusiva

 
0
La prima tappa della rassegna jazz alla torre di Manfria

Gela. Si ferma anticipatamente per mancanza di autorizzazioni la sesta edizione del “D. Jazz set Torre di Manfria”, la rassegna promossa da sei anni da Giuseppe Ventura, capogruppo in consiglio comunale del movimento “Sicilia Futura” e promotore della terza mozione di sfiducia al sindaco Domenico Messinese. A comunicarlo è stato lo stesso Ventura, ormai ex assessore allo Spettacolo della giunta Fasulo, convinto “che la richiesta presentata il 2 agosto si è persa nei meandri degli uffici del Comune”. L’esponente dell’assise civica con un post sulla sua pagina del suo profilo facebook smorza i toni parlando di “problemi burocratici” e scusandosi “con quanti si stavano organizzando per portare amici da fuori città” quasi rafforza i toni della mozione per silurare in anticipo il primo cittadino aggiungendo “ci rifaremo l’anno prossimo, quando molte cose saranno diverse…”. Il cima ai commenti del post che annuncia la fine anticipata della rinomata rassegna estiva alla torre di Manfria figura quello del consigliere forzista Salvatore Scerra, tra i proponenti della seconda e fallimentare mozione di sfiducia a Messinese, che assicura: “l’anno prossimo verrà inserita come evento dell’estate gelese”.
“Si poteva fare anche questo anno”, si inserisce nella conversazione Carmelo Catalano che questa mattina ha presentato una richiesta di “realizzazione della manifestazione D.jazz set Torre di Manfria” strappando in extremis il patrocinio gratuito al Comune pur ricevendo “l’obbligo di attenersi a tutte le disposizioni di sicurezza rilasciate anche da altri soggetti – precisa Tonino Ventura, dirigente del settore Sport – L’amministrazione comunale resta sollevata da qualsiasi responsabilità derivante dallo svolgimento dell’esecuzione dell’evento”.

Sulla vicenda interviene il sindaco Domenico Messinese assicurando che “la prima tappa della rassegna promossa dal consigliere Ventura non aveva alcuna autorizzazione. Sono stato contattato dal commissariato di polizia – aggiunge il primo cittadino – che chiedeva informazioni sul concerto che si è tenuto domenica scorsa nell’area antistante la torre di Manfria”. “Hanno avanzato una richiesta solo oggi e per la prima volta – precisa i dirigente Tonino Collura – Naturalmente mi sono adoperato per fargli avere il patrocinio, lavorando tutto il giorno pur essendo in ferie”.
Il consigliere Ventura si difende precisando “Ho ricevuto rassicurazioni dall’assessore Valentino Granvillano. Comunque avevamo presentato le relative richieste per il rilascio delle autorizzazioni il 2 agosto. Non capisco cosa sia cambiato – conclude Ventura – ho seguito l’iter che negli ultimi sei anni ha permesso di organizzare l’evento alla torre di Manfria, dove il Comune si faceva carico del rilascio di tutte le autorizzazioni. L’assessore Granvillano solo oggi ha detto che avrei dovuto richiedere il piano sicurezza in una trazzera e per un’ora di musica. Eppure l’avevo contattato anche lunedì. In una settimana potresti organizzare anche una tappa del concerto di Vasco Rossi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here