No alla chiusura di neurologia, Una Buona Idea: “Serve a tutelare tutti i pazienti”

 
0

Gela. Alla lista, piuttosto corposa, di quelli che si sono schierati contro la chiusura del reparto di neurologia della clinica Santa Barbara, si iscrivono anche gli esponenti del movimento Una Buona Idea, appena costituito in città. “A noi non interessano i cronoprogrammi delle nuove reti ospedaliere – spiegano gli aderenti – non interessano gli aspetti organizzativi della struttura, così come non interessa il nuovo look, a noi interessa la salute dei cittadini. Ad oggi, è l’unico reparto di neurologia presente in città, l’unico in grado di diagnosticare ed intervenire tempestivamente sul paziente”.

Per questo motivo, si rivolgono alla politica ma anche ai manager della sanità locale. “Cari dirigenti, mettetevi nei panni di migliaia di cittadini che non hanno la possibilità economica e fisica di spostarsi e stare vicino ai loro cari – dicono ancora – mettetevi soprattutto nei panni di un paziente che rischia senza una diagnosi preventiva. Siamo convinti che così come la struttura ha proseguito la propria attività, ottenendo ottimi risultati, può continuare a farlo, lasciando invariato il numero dei posti letto assegnati. Ricordiamo che la clinica Santa Barbara è una struttura privata ma che percepisce ogni anno milioni di euro dalla sanità pubblica. Sappiamo dell’interessamento dell’assessore regionale Ruggero Razza e auspichiamo una rapida soluzione che sia una risposta concreta al territorio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here