“Non ho lasciato Fi e non ho aderito ad altri partiti”, Scerra: “Abbiamo unito centrodestra”

 
3
Scerra ha sostenuto il leghista Spata battuto al ballottaggio da Lucio Greco

Gela. “Lasciare Forza Italia? Non ho lasciato nessuno e non sono entrato in nessun altro partito”. All’indomani dell’esito elettorale, il consigliere riconfermato Salvatore Scerra (tra i più suffragati in assoluto con oltre ottocento voti) non pare intenzionato a lanciare messaggi ostili alla dirigenza forzista, ma è chiaro che con l’insediamento all’assise civica lui e i consiglieri di “Avanti Gela” Gabriele Pellegrino (il più votato in assoluto) e Sara Cavallo dovranno collocarsi. L’ex vicepresidente dell’assise civica e il consigliere Cavallo hanno fatto parte del gruppo consiliare di Forza Italia, ma allo stesso tempo hanno rotto con il coordinatore provinciale Michele Mancuso, mettendosi alla testa della fronda interna che ha poi dato manforte politico al leghista Giuseppe Spata, trascinandolo al ballottaggio con i voti di “Avanti Gela”. “Per tre anni ho portato la bandiera di Forza Italia – continua – sono stato tra gli artefici della sfiducia all’ex sindaco Domenico Messinese. Sono orgoglioso del mio percorso e di aver lavorato per un centrodestra unito”. Scerra, per ora, non si sbilancia ed è stato tra i primi ad ammettere la sconfitta, già nella notte dello spoglio. “La città – conclude – ha premiato Lucio Greco sindaco, ma noi saremo pronti a vigilare su ogni atto. Gli elettori hanno deciso che spetta a noi stare all’opposizione”.

Per diverse settimane, prima che venisse ufficializzato il nome di Giuseppe Spata, la possibile candidatura a sindaco di Scerra è stata un’ipotesi valutata dalla coalizione. Alla fine, però, il gruppo ha deciso di accettare il patto pro-Lega. Gli equilibri all’assise civica diranno se Scerra possa ambire, anche se la soluzione non è delle più semplici, alla presidenza del consiglio comunale.

3 Commenti

  1. Ma per favore… Scerra presidente del consiglio comunale di Gela… Pensavo di averle sentite e viste tutte… Ma a quanto pare non è così. Mamma mia… Che classe politica abbiamo.

Rispondi a AAA Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here