Nuova videosorveglianza, 508 mila euro per la fornitura dei sistemi: progetto va avanti

 
2

Gela. L’esigenza di realizzare un nuovo sistema di videosorveglianza, ormai da anni è ribadita anche dai magistrati della procura e dalla prefettura di Caltanissetta. La presenza ancora consistente di danneggiamenti, azioni criminali e fatti che incidono sulla sicurezza pubblica, conferma che il territorio locale va monitorato con sistemi più efficienti. Una nuova rete di videosorveglianza comunale è tra le priorità dell’amministrazione, anche se ad oggi a livello ministeriale non c’è mai stato un riscontro, rispetto alla concessione di fondi. Il sindaco Lucio Greco e gli assessori, dopo verifiche e confronti, con la prefettura e le forze dell’ordine, hanno deciso di andare avanti con un progetto, che in una prima fase impegnerà quasi esclusivamente risorse finanziarie del Comune. Rimane comunque aperta la possibilità di attingere da eventuali nuovi bandi nazionali, che ad oggi non hanno mai dato riscontri favorevoli. I funzionari del Comune hanno concluso un primo step, per arrivare alle forniture dei componenti e dei sistemi tecnologici necessari. Il progetto comunale si muove sull’installazione di 110 telecamere, da collocare in  aree strategiche, individuate dopo valutazioni condotte dalle forze dell’ordine. Saranno predisposte due sale operative. L’Ufficio manutenzione e viabilità del Comune ha concluso gli atti per la fornitura degli apparati di videosorveglianza e dei sistemi a supporto.

L’importo complessivo tocca i 508 mila euro, come accertato dal rup Santi Nicoletti. In base a quanto definito, dovrebbe essere Ghelas ad occuparsi dell’installazione. Si procederà su piattaforma Asmecomm, così da individuare l’azienda che effettuerà le forniture. Potrebbe essere una fase importante, per arrivare alla conclusione di un percorso, che ad oggi non è mai stato completato.

2 Commenti

  1. chiedo che fine ha fatto il sistema di sorveglianza installato composto da 132 telecamere ed apparati in contatto con forze dell’ordine e le telecamere chi le ha smontate

  2. che fine ha fatto l’esistente sistema di videosorveglianza costituito da 132 telecamere regolarmete collegate con le forze dell’ordine e dove sono le telecamere sparite nel nulla come i cassonetti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here