“Parcelle sproporzionate”, un presunto caso di usura: a processo due avvocati

 
2

Gela. Ad accusarli sono stati i familiari di un medico che svolse attività negli uffici Asp della città. Venne colpito da un infarto e fu avviata una causa civile. Gli avvocati Giuseppe Fontanella e Luigi Fontanella, secondo i pm della procura, avrebbero però preteso parcelle e compensi sproporzionati rispetto all’attività professionale svolta per conto di quelli che erano loro clienti. Così, è scattata l’accusa di usura. Ai due legali vengono contestati anche l’infedele patrocinio, la truffa e la frode processuale. Accogliendo le richieste dei pm della procura, il gup del tribunale li ha rinviati a giudizio. Dovranno presentarsi a processo il prossimo maggio. Gli ex clienti sono parti civili e i loro legali hanno chiesto il rinvio a giudizio, ritenendo fondato quanto denunciato.

Nel maggio di due anni fa, i due imputati, sempre dal gup del tribunale, ottennero invece un verdetto favorevole, nonostante le accuse (analoghe) mosse da un imprenditore edile. In quel caso, però, la difesa (sostenuta dall’avvocato Filippo Spina) riuscì a giustificare costi e parcelle.

2 Commenti

Rispondi a Marco Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here